Jump to content

Attacco ad una corvetta russa


Recommended Posts

La notizia è tutta da verificare, ma sembra che stanotte la corvetta russa SERGEY KOTOV (Progetto 22160) sia stata oggetto di un attacco di droni ucraini Magura V5. In rete c'è un video in cui si vede l'esplosione.

Vedremo nei prossimi giorni.

 

EDIT:

"Kiev, il pattugliatore russo Sergiy Kotov è affondato

L'Intelligence del ministero della Difesa ucraino (Gur) ha confermato che il pattugliatore russo 'Sergiy Kotov' colpito da droni marini la notte scorsa nelle acque della Crimea occupata è stato distrutto: lo scrive Ukrainska Pravda su Telegram.   

La missione si è svolta in collaborazione con la Marina militare e con il supporto del ministero della Trasformazione digitale, si legge nel messaggio. In seguito all'attacco con droni marini Magura V5, la nave ha subito danni ad entrambi i lati di poppa. Il costo del pattugliatore affondato, conclude Ukrainska Pravda, è di circa 65 milioni di dollari."

Un po' di pazienza e sapremo qualcosa di più preciso.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Giuseppe Garufi ha scritto:

La notizia è tutta da verificare, ma sembra che stanotte la corvetta russa SERGEY KOTOV (Progetto 22160) sia stata oggetto di un attacco di droni ucraini Magura V5. In rete c'è un video in cui si vede l'esplosione.

Vedremo nei prossimi giorni.

 

EDIT:

"Kiev, il pattugliatore russo Sergiy Kotov è affondato

L'Intelligence del ministero della Difesa ucraino (Gur) ha confermato che il pattugliatore russo 'Sergiy Kotov' colpito da droni marini la notte scorsa nelle acque della Crimea occupata è stato distrutto: lo scrive Ukrainska Pravda su Telegram.   

La missione si è svolta in collaborazione con la Marina militare e con il supporto del ministero della Trasformazione digitale, si legge nel messaggio. In seguito all'attacco con droni marini Magura V5, la nave ha subito danni ad entrambi i lati di poppa. Il costo del pattugliatore affondato, conclude Ukrainska Pravda, è di circa 65 milioni di dollari."

Un po' di pazienza e sapremo qualcosa di più preciso.

a Giuse' te posso di' che con tutte ste notizie di guerra me stai a mette un filo d'ansia?

slow down

peace & love

Link to comment
Share on other sites

Non ho trovato documentazione sull'affondamento della Sergey Kotov, che, peraltro sembra che sia già stata oggetto di "attenzione" da parte degli ucraini:

 

In July and August 2023, the Russians reported that Ukraine attempted to attack the patrol ships "Sergey Kotov" and "Vasily Bykov," claiming that the attacks were repelled. In September, the Sergey Kotov was attacked again. According to Ukraine's Armed Forces Stratcom, on the morning of September 14, Ukrainian Forces successfully attacked two Black Sea Fleet patrol ships of project 22160 in the northwestern Black Sea, and both vessels were recorded as damaged. The Russian Defense Ministry claimed that on September 18, an attempt by five naval drones to attack the ship in the Black Sea was repelled.

Dalle immagini disponibili risulta che, come in altre precedenti occasioni, l'attacco sia stato portato da tre droni navali, forse il tanto pubblicizzato Magura V5, con uno di essi che documentava quanto stava accadendo, prima di schiantarsi contro l'unità russa.

Tre considerazioni:

1 > Se è vero che il Sergey Kotov è stato attaccato nei pressi dello Stretto di Kerch, vuol dire che i tre battelli attaccanti, in ipotesi partiti dalla costa ucraina, hanno percorso almeno 200-220 miglia circumnavigando la penisola della Crimea, passando al largo della base di Sebastopoli e, ipotizzando una velocità di 20 nodi, impiegando 10-11 ore di navigazione, il tutto senza essere scoperti da una rete di avvistamento radar che in Crimea dovrebbe essere molto vasta.

2 > Le caratteristiche (quantità e qualità) della carica esplosiva di questi droni dimostrano affidabilità e letalità non indifferenti

3 > Lasciando perdere altre Marine, mi chiedo se e quanto la nostra sta valutando quanto accade in un'area di mare ristretta come quella attorno alla Crimea, in un'ottica di difesa delle nostre base navali, in primis Taranto 

Link to comment
Share on other sites

Altrove ho letto che la corvetta sarebbe uscita dalle protezioni portuali perché i Russi avevano saputo di un attacco ucraino al vicino ponte, avrebbe dovuto intercettare gli attaccanti. Sarebbe stata colta di sorpresa ed affondata. Il racconto non mi convince.

1 - Nulla esclude che i droni siano stati rilasciati molto più vicino allo Stretto di Kerch, il precedente italiano dell'Olterra potrebbe aver fatto scuola.

2 - La corvetta russa, benché recentissima (era stata completata nel 2022), non aveva difese passive da opporre, anche in questo caso avremmo il precedente del ben più protetto YORK nella baia di Suda.

3 - Di quel che fa COMSUBIN sappiamo, giustamente, quasi nulla. Sono convinto però che, maestri nell'arte dell'attacco alle basi nemiche, dovremmo essere pronti a difendere le nostre basi navali, anche se la continua evoluzione dei mezzi d'offesa non può lasciare tranquilli. 

Saluti dal ventoso Valdemone.

 

Link to comment
Share on other sites

"1. Nulla esclude che i droni siano stati rilasciati molto più vicino allo Stretto di Kerch, il precedente italiano dell'Olterra potrebbe aver fatto scuola."  L'AREA DOVE E' STATO COLPITO IL PATTUGLIATORE VEDE A NORD LA CRIMEA (RUSSA), A EST LA RUSSIA. A OVEST E A SUD C'E' SOLO IL MAR NERO: CERTO, I DRONI POTREBBERO ESSERE STATI RILASCIATI DA UN'UNITA' AVVICINATRICE: ESCLUDEREI UN SOMMERGIBILE (NON CREDO CHE L'UCRAINA NE ABBIA IN ZONA, E SOPRATTUTTO NON ATTREZZATI COME BATTELLI DA TRASPORTO). UN PESCHERECCIO? UN MERCANTILE? 

SALUTI DALLA PIOVOSA BARAGGIA VARESINA...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Per quello che riguarda le difese portuali, devo dire che, a onor del vero, quasi sempre sono state perforate. Limitandomi alla tradizione italiana, con i MAS di Luigi Rizzo, la mignatta di Rossetti e Paolucci, i barchini a Suda, gli uomini gamma a Gibilterra, i Siluri a Lenta Corsa in tanti porti mediterranei.

 

P.S.: la cartina è molto interessante.

 

Link to comment
Share on other sites

Vedremo in futuro se queste affermazioni sono vere...E se è vero che ora il drone è un Sea Baby (già utilizzato il 17 luglio 2023 proprio a Kerch (ma contro il ponte...) e non un Magura V5...

"Il Servizio di sicurezza ucraino ha presentato il suo ultimo modello di Sea Baby (http://www.hisutton.com/Ukraine-USV-Sea-Baby.html). I funzionari hanno fatto sapere che i droni marittimi vengono utilizzati per colpire fregate, dragamine, navi da ricognizione e da pattugliamento russe. Sono in grado di trasportare più di una tonnellata di esplosivo, possono viaggiare a una velocità di 90 km/h e coprire una distanza superiore a 1000 chilometri. L'Ucraina sostiene di essere il primo Paese ad aver creato un'arma simile, dal costo di circa 221mila dollari. Queste unità di Sea Baby vengono progettate e testate localmente ma alcune componenti provengono dall'estero. Un'arma che sta dando molto fastidio alla Russia, in una guerra che va avanti da più di due anni."

Ukraine-Sea-Drones-2023-08-29.jpg

Link to comment
Share on other sites

"Ma una distanza simile la puoi coprire sole se l'avversario non pattuglia il mare, 1000 Km senza essere visti è difficile, per non dire impossibile, se c'è un normale servizio di pattuglia"....

Hai ragione, ma, secondo un alto ufficiale del Genio Navale, una risposta al problema può essere questa:

> la Marina russa non pattuglia più regolarmente quella zona del Mar Nero, sia perchè hanno sempre meno unità sia per timore di attacchi con missili SS o droni aerei.

> tanto i radar di terra posizionati in Crimea, quanto quelli delle unità navali non sono in grado di rilevare unità come quelle ucraine sia perchè di piccole dimensioni sia perchè sono probabilmente ricoperte di materiali anecoici. Ho ribattuto che comunque tre battelli che vanno a 20 o 30 nodi, per quanto piccoli, lasciano delle scie rilevabili otticamente o con radar da pattugliatori aerei: la sua replica è che quasi sicuramente viaggiano di notte a bassa velocità, per cui niente scie rilevabili. Non sono un tecnico esperto di queste materie, per cui lascio a te valutare la risposta

Link to comment
Share on other sites

Con tutto il rispetto per il parere citato, per la CNN, per HI Sutton, non sono convinto.

Ad esempio, non trovo da nessuna parte le misure ed il dislocamento di questi droni ucraini. "A vista" il Sea Baby sembra solo un po' più piccolo del MAS 15 di Rizzo. Se riuscissero a farlo crescere un po', senza perdere le caratteristiche stealth, sarebbe possibile installare uno o due siluri e, con questo, rendere insicura la navigazione di qualunque nave, molto meglio che con la testata di cui sembrano disporre.

Poi, mi pare che fra Odessa ed il ponte di Kerch ci siano, più o meno, 600 km: li avrebbero percorsi tutti da soli per circa 25 ore? senza alcun appoggio? A 20/30 nodi quei mezzi, quasi completamente immersi, con una testa di guerra di 860 kg, hanno un'autonomia tale?

Gli Ucraini fanno benissimo a diffondere un po' di nebbia; posso sbagliare, ma il tutto non mi convince, abbiamo pochi dati che non quadrano. .

 

Link to comment
Share on other sites

" abbiamo pochi dati che non quadrano. ."

VERO!

"Gli Ucraini fanno benissimo a diffondere un po' di nebbia"!

ANCHE IN QUESTO CASO, VERO! GUARDA LA FOTO ALLEGATA: ORA IL SEA BABY E' PRESENTATO IN VERSIONE LANCIA RAZZI (QUESTA LA DIDASCALIA DI NAVAL NEWS: "The latest variant of Ukraine’s kamikaze USV dubbed “Sea Baby” fitted with rocket tubes."). A ME IN REALTA' QUEI TUBI RICORDANO I MORTAI LANCIA FUMOGENI SUI LATI DELLE TORRETTE DEI MIEI LEOPARD.....

 

sea-baby-with-rockets.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Giuseppe Garufi changed the title to Attacco ad una corvetta russa

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...