Jump to content

Mistificare la storia - L'equipaggio del Rex e gli ebrei in fuga


Recommended Posts

https://www.ilsecoloxix.it/liguria/2024/03/03/news/rex_comandante_vittorio_olivari_50_mila_ebrei_salvati_olocausto-14115681/?ref=SEC-M8-S2-T1

Appare sul quotidiano locale genovese la notizia della premiazione postuma, nell'ambito della Giornata dei Giusti dell'Umanità, dell'equipaggio del transatlantico REX e il suo comandante Vittorio Olivari. La motivazione sarebbe dovuta al fatto che essi salvarono dall'olocausto oltre 50 mila ebrei garantendo un passaggio verso gli USA fino al 1940.

Si comprende il tentativo (patetico) di trovare degli eroi nazionali per stemperare una della pagine più infami e dolorose del nostro paese, le leggi razziali contro gli ebrei volute da Mussolini e promulgate da Vittorio Emanuele III, nella disperata ricerca degli "italiani brava gente".

Non vi è nulla di più falso nelle motivazioni per la premiazione dell'equipaggio del REX. Con tutto il rispetto per la memoria del comandante Olivari e dei suoi sottoposti, il trasporto degli ebrei oltre Atlantico con i transatlantici italiani fu semplicemente BUSINESS. Gli ebrei che fuggivano del nostro paese, dalla Germania e da altri paesi limitrofi, compravano a caro prezzo i biglietti di passaggio per l'America riempendo le navi italiane che in quel momento erano boicottate dalla clientela americana e nel periodo della neutralità italiana, furono un manna per mantenere il servizio transatlantico che, ovviamente, vedeva le nostre navi stracariche nei viaggi Westbound e quasi vuote nei viaggi Eastbound. 

Inoltre non spettava al comandante la selezione dei passeggeri, ne tantomeno il favorire il passaggio di qualunsivoglia persona. Non vi fu alcun eroismo, gli ebrei erano trasportati al pari di altri passeggeri paganti e non ebbero alcun trattamento di favore. Le tariffe di passaggio per l'America nel periodo della neutralità erano altissime poiché la società Italia di navigazione operava in regime di monopolio e il prezzo doveva coprire il viaggio di ritorno con la nave quasi vuota.

 

 

Edited by Conterosso
Link to comment
Share on other sites

Il 3/3/2024 at 15:25, Conterosso ha scritto:

https://www.ilsecoloxix.it/liguria/2024/03/03/news/rex_comandante_vittorio_olivari_50_mila_ebrei_salvati_olocausto-14115681/?ref=SEC-M8-S2-T1

Appare sul quotidiano locale genovese la notizia della premiazione postuma, nell'ambito della Giornata dei Giusti dell'Umanità, dell'equipaggio del transatlantico REX e il suo comandante Vittorio Olivari. La motivazione sarebbe dovuta al fatto che essi salvarono dall'olocausto oltre 50 mila ebrei garantendo un passaggio verso gli USA fino al 1940.

Si comprende il tentativo (patetico) di trovare degli eroi nazionali per stemperare una della pagine più infami e dolorose del nostro paese, le leggi razziali contro gli ebrei volute da Mussolini e promulgate da Vittorio Emanuele III, nella disperata ricerca degli "italiani brava gente".

Non vi è nulla di più falso nelle motivazioni per la premiazione dell'equipaggio del REX. Con tutto il rispetto per la memoria del comandante Olivari e dei suoi sottoposti, il trasporto degli ebrei oltre Atlantico con i transatlantici italiani fu semplicemente BUSINESS. Gli ebrei che fuggivano del nostro paese, dalla Germania e da altri paesi limitrofi, compravano a caro prezzo i biglietti di passaggio per l'America riempendo le navi italiane che in quel momento erano boicottate dalla clientela americana e nel periodo della neutralità italiana, furono un manna per mantenere il servizio transatlantico che, ovviamente, vedeva le nostre navi stracariche nei viaggi Westbound e quasi vuote nei viaggi Eastbound. 

Inoltre non spettava al comandante la selezione dei passeggeri, ne tantomeno il favorire il passaggio di qualunsivoglia persona. Non vi fu alcun eroismo, gli ebrei erano trasportati al pari di altri passeggeri paganti e non ebbero alcun trattamento di favore. Le tariffe di passaggio per l'America nel periodo della neutralità erano altissime poiché la società Italia di navigazione operava in regime di monopolio e il prezzo doveva coprire il viaggio di ritorno con la nave quasi vuota.

 

 

non ho capito se sono stati premiati dallo Yad Vashem o no

Link to comment
Share on other sites

Il 7/3/2024 at 10:17, Iscandar ha scritto:

Sono stati premiati dice l'articolo, ma il giornalista non è d'accordo.

PS

sul Db dello Yad Vashem non ho trovato ne Rex ne Olivari

non riesco a leggere l'articolo per questo chiedevo

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...