Jump to content

Conterosso

AIDMEN Fellows
  • Content Count

    124
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    28

Everything posted by Conterosso

  1. Motonave VULCANIA nei colori della Italia di navigazione, anni trenta
  2. Piroscafo CONTE VERDE, nei colori della ITALIA FLOTTE RIUNITE, 1932
  3. Piroscafo CONTE GRANDE, nei colori della ITALIA FLOTTE RIUNITE, 1933 circa
  4. Piroscafo KAISERIN MARIA THERESIA, compagnia HAPAG Amburgo, 1890 circa
  5. Piroscafo ALESSANDRO VOLTA, compagnia Peirano e Danovaro, Genova, 1870 circa
  6. Il ritorno in esercizio delle navi da crociera dopo la pandemia che ci auguriamo stia per finire, ha riacceso le polemiche sulle grandi navi a Venezia. Il problema è complesso e non può essere adeguatamente illustrato da questo breve post e neppure può essere risolto dalle momentanee crisi isteriche o dalla cronica inettitudine della politica italiana sia a livello locale che nazionale. Ieri due fazioni si sono scontrate nei canali veneziani, quella che per motivi economici (sacrosanti) sostiene la presenza delle navi e dell’indotto da esse generate, contro la seconda che per motivi ambientali
  7. Ci sono diverse navi affondate al largo di Civitavecchia nella 2GM, ma quelle che ho trovato finora hanno scafo ligneo...
  8. Peccato non aver saputo prima di questa iniziativa l'avrei seguita con piacere. Qualcosa sulla marina mercantile, incredibile ! L'avviso il giorno prima non molto tempestivo... Bastava inviare un messaggio in lista...
  9. mi sono sempre chiesto che origne avesse il nome IGINIA e se vi fosse un nesso con le località o la storia del Faro, ovvero dello stretto di Messina. Sembrerebbe di no e vi è qualche polemica sulla scelta del nome, (che comunque personalemente preferisco a quello alternativo suggerito). https://www.ferroviesiciliane.it/2020/11/02/nuovo-traghetto-rfi-da-iginia-a-san-francesco-di-paola-chiesto-il-cambio-del-nome/
  10. La prima cartolina è molto ritoccata, la bandiera italiana è finta, si tratta, infatti, di un piroscafo tedesco della classe BARBAROSSA del Norddeutscher Lloyd di Brema, forse il KOENIG ALBERT o il PRINZESS IRENE, che nei decenni antecedenti alla prima guerra mondiale erano in servizio da Genova a New York facendo impallidire i modesti piroscafi italiani. La seconda cartolina è il piroscafo LIBAN della Compagnie Marseillaise de Navigation à Vapeur Fraissinet. Costruito nel 1882 a Glasgow e tragicamente affondato nel 1903. La cartolina, peraltro datata 1910, è ritoccata, il color
  11. Il profilo è inconfondibile, si tratta quindi di due liners olandesi per i servizi marittimi coloniali della Nederland Line, dai nomi impronunciabili JOHAN VAN OLDENBARNEVELT e MARNIX VAN ST. ALDEGONDE Il primo divenne poi LAKONIA della Greek Line, trasformato nel 1963 a Genova nei cantieri OARN il secondo fu affondato durante la guerra.
  12. "... Roma avrebbero vissuto tranquillissimi fino all'arrivo degli alleati" Ma davvero? A parte i quasi 2000 ebrei romani deportati alla fine del 1943 dalla Gestapo nei campi di sterminio nazisti, giusto per citare un tranquillo episodio. Ho protestato più volte per l'incongruità dei post di Mattesini sul sito AIDMEN le cui finalità sono ben diverse. Tra queste (o mi sbaglio?), non c'e' quella di fare da gran cassa alla storia riscritta da Mattesini, il quale sostiene di possedere la VERITÀ su tempi luoghi e avvenimenti che certamente non può aver vissuto. Questa volta le af
  13. La nave portava il nome della madre di questo Re, sorella di una principessa di Savoia Aosta
  14. Me n'ero dimenticato. La nave ha portato in esilio un Re, la cui nonna era una Savoia.
  15. https://www.shippingitaly.it/2020/12/15/varata-dalla-capitaneria-di-porto-la-sua-piu-grande-nave-autoraddrizzante-video/
  16. Bravo, nave ausiliaria di una marina militare, ovvero si tratta di uno yacht di stato
  17. Ecco la proposta di oggi. non è in alta risoluzione ma la nave si riconosce
×
×
  • Create New...