Jump to content

Saltato l'accordo tra Italia e Russia sullo smantellamento dei sommergibili nucleari ex-sovietici


Leopard1
 Share

Recommended Posts

7 Dicembre 2023 - 21:52

Mosca ha reso noto la cessazione di un accordo tra Russia e Italia, in vigore da 20 anni, relativo all'utilizzo dei sottomarini nucleari dismessi dalla Marina russa e al trattamento delle scorie radioattive

Va in archivio un accordo in vigore da due decenni tra Italia Russia, e relativo all’utilizzo dei sottomarini nucleari dismessi dalla Marina russa e al trattamento delle scorie radioattive. Mosca ha fatto sapere che l’intesa non è stata rinnovata. I media russi hanno riportato la notizia, senza tuttavia specificare le cause che hanno spinto il Cremlino a fare un passo indietro.

 

Il testo della Legge 31 luglio 2005 n. 160 (che contiene il testo dell'accordo) è consultabile su:
Link to comment
Share on other sites

Lo ho letto in parte il collegamento, ma credo che leggendo attentamente non avrei capito molto di più. Ricordavo vagamente come è nato l'accordo. 

In Europa si era preoccupati per i sommergibili nucleari russi dismessi, la Russia era in una situazione finanziaria disastrosa e si temeva che volesse risparmiare sulle misure di sicurezza. Mi pare che negli anni '90 si siano liberati di qualche reattore semplicemente buttandolo in mare in una zona profonda.

In sintesi l'Italia dava un finanziamento per lavori di smaltimento da affidare a ditte italiane.

Mi interesserebbe sapere fino a quando l'accordo ha funzionato, sospetto che già da qualche anno non fosse più operante.

Quando è stato fatto l'accordo i rapporti tra Italia e Russia erano buoni, adesso che siamo quasi in stato di guerra è logico che la Russia non voglia nostro personale all'interno delle sue basi militari. 

Link to comment
Share on other sites

Oggi è uscito un articolo su La Repubblica:

https://www.repubblica.it/esteri/2023/12/10/news/italia_russia_berlusconi_putin_milioni_sottomarini_nucleari_scorie_atomiche-421616674/

Ho potuto leggere solo l'inizio perché è riservato agli abbonati.

"Si chiude dopo 20 anni l'accordo voluto da Berlusconi: spesi oltre 360 milioni per aiutare la "povera Russia". Con lussi, sprechi e doni mai chiariti tra Roma e Mosca. E i doni italiani usati per ricostruire la potenza atomica del Cremlino."

A parte l'ovvia speculazione politica di dare la colpa a Berlusconi, sarebbe interessante capire che fine hanno fatto questi soldi, quanti sono stati spesi in Russia e quanti siano rimasti in Italia per lavori affidati a ditte italiane.

Sarebbe un ottimo argomento per un giornalista d'inchiesta.

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo neanche io sono abbonato a Repubblica....Sono riuscito a leggere solo queste altre poche frasi, in cui mi pare che l'autore, Gianluca De Feo, deve avere qualche problema con la lingua italiana... :

Anche l’Italia ha avuto la sua caccia all’Ottobre Rosso. Una lunga sfida per fare a pezzi i sottomarini sovietici, che si trovassero ancorati nei porti dell’estremo Nord o sommersi nei fondali dell’Artico. Una battaglia combattuta non con i siluri o le bombe di profondità, ma con pacchi di milioni sganciati in Russia: un’ondata di denaro pubblico gettata nei mari più freddi in un ventennio di progetti rimasti fuori dai radar, che hanno inghiottito 360 milioni di euro senza che esista un elenco dei beneficiati.

Quanto alle accuse a Berlusconi, rilevo che negli ultimi 22 anni lui è stato al Governo per nove il centrosinistra per 13...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...