Jump to content

Francesco De Domenico

Administrators
  • Content Count

    2,067
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    435

Everything posted by Francesco De Domenico

  1. Anche su "The Ottoman Steam Navy 1828-1923" di Bernd Langensiepen e Ahmet Gueleryuez, Conway 1995, non ce n'è alcun cenno.
  2. E infatti le due barbette sulle fiancate sono tipiche di una nave da guerra circa 1880. Ma l'AUDACE del 1871-75 è del tutto diversa. Questa ha una curiosa prua da yacht, e oblò sproporzionati...
  3. Se non sbaglio, il trawler in secondo piano nella foto postata da Marco è la nave recuperi RAMPINO.
  4. U 81 in 17 missioni dal 17.7.1941 al 3.1.1944 ha affondato 26 navi per 39.515 tsl piu' tre danneggiate, piu' la ARK ROYAL per 22.600 tonn e un trawler antisom da 1.150 tonn (il francese VIKING). Quindi i 12 successi elencati sulla falsatorre della foto ne sono solo una prima parte (c'è anche la portaerei). Fonte: Kenneth Wynn, "U-Boat Operations of the Second World War. Vol. 1 Career Histories , U 1-U 510", Chatham Publishing, London, 1997.
  5. Il Groener parla di U 81 e di U 453 uguali. Turmumbau 1 vuol dire prima modifica della torre (della vela). Uboat-net descrive un allargamento della falsatorre per fare posto a due mitragliere binate Breda da 13.2 mm a scomparsa in un compartimento resistente alla pressione e ad un Oerlikon tradizionale da 20 mm, una variante usata sopratutto nel Mediterraneo dall'autunno 1942 all'autunno 1943. U 81 è stato fermo alla Spezia dal 24.6.1942 al 5.10.1942, l'installazione dovrebbe esser stata in quel periodo. U 453 fermo alla Spezia dal 15.10.1942 al 29.11.1942, e dal 17.12.1942 all'11.1.1943
  6. Credo che l'attacco del P-38 sia avvenuto in picchiata, per garantire una maggiore precisione. Occorre anche ricordare che al 10 ottobre 1943 l'Italia aveva cambiato fronte da appena un mese, dopo tre anni e passa di guerra agli Alleati, che non aveva ancora dichiarato guerra alla Germania, e che quindi tutti i bersagli in Egeo e nello Ionio erano in qualche modo considerati legittimi, provocando la serie di tragedie sul mare che sappiamo perché Hitler aveva ordinato l'evacuazione forzosa via mare dalle isole delle truppe italiane non collaborazioniste per non farsi carico dei loro rifor
  7. Il MARIO ROSELLI fu affondato da un P-38 Lightning del'82nd Fighter Group dell'USAAC proveniente da Foggia. Il giorno 8 ottobre 24 P-38G del 95th Fighter Squadron dello stesso reparto avevano rivendicato, essendo di scorta durante un attacco di 38 B-24 su Tatoi, Eleusis, Rodi, Heraklion e Maritza e di 48 B-25 su Eleusis, l'abbattimento di 2 Bf 109 e il danneggiamento di altri 4 nel Golfo di Corinto, perdendo due dei loro P-38G abbattuti da Bf 109 e FW 190 (un pilota morto, uno recuperato dai partigiani greci) e due B-25C (3 membri dell'equipaggio del primo, abbattuto nel Golfo di Cori
  8. Un massimo di 20-25 cartelle comprese le foto. Una deadline? direi fine aprile 2022.
  9. Da "Shipping Today and Yesterday" di luglio 2021. Una carriera molto interessante e varia.
  10. Sono entrambe proposte interessanti (per il Bollettino 2022, s'intende, il 2021 è già completo). Forse la seconda in particolare. La bozza va indirizzata a me, fdedomenico1@gmail.com
  11. Mi dispiace davvero per lo spiacevole malinteso. Qui sul forum si invita a "fare proposte di articoli per la pubblicazione sul Bollettino", non certo a postarli integralmente. Rimane comunque un pregevole e interessante contributo al forum. Nell'augurio che Giuseppe Finizio ci ripensi per il Bollettino 2022.
  12. Il tuo "pezzullo" è ben documentato ed interessante, ma una regola base del nostro Bollettino vuole che si pubblichino sempre e solo inediti. Quindi se vorrai pubblicare qualcosa sul Bollettino a stampa del 2022 sarai il benvenuto, purché sia rispettata questa condizione. Grazie.
  13. Mattesini mi conferma che Campioni impartì l'ordine di dispiegamento alle 15.40, ripeto 15.40.
  14. Trasmetto per conto di Francesco Mattesini: L’AFFONDAMENTO DEL SOMMERGIBILE FRANCESE “NARVAL” Era l’unico sommergibile della Marina francese a non aver accettato le condizioni d’armistizio imposte dalla Germania. Nella seconda metà di giugno del 1940 si era rifugiato a Malta per continuare a combattere a fianco dei britannici, contro le potenze dell’Asse. Il Narval (capitano di corvetta François Drogou) lasciò il porto della Valletta il 2 dicembre 1940 per operare lungo le coste orientali della Tunisia. Si ritenne allora fosse affondato il 15 dicembre 1940 su mine, probabilmente ital
  15. MARITZA sailed from Antwerp on 12 August 1939 bound for Constanta and reached Piraeus en route on 24 August. She left Piraeus on 26 August 1939 and, having received instructions to reach the nearest friendly harbour, put into Bari on 29 August, then on 2/4 September she went on to Trieste where she was laid up together with several other German merchant ships (BROOK, INGO, ISERLOHN, LUVSEE, REICHENFELS, RUHR) until 18 April, 1940. On 15 Jan. 1941 she was taken over by the Kriegsmarine as a Mittelmeer-Transporter.
  16. SENIO ex French PLUTON of 1900 ex British ACTIVITY of June 1879, 1,068 grt, from Dec. 1929 (or 1923?) SENIO for Giuseppe Carnevali & Ci. of Ravenna, from 1931 for Ditta Antonio Gulmanelli & C. of Ravenna, was sunk at Split by sabotage in 1942 (?) and raised in the same year, later to Sebastiano Tuillier of Venice, in 1948 home port Catania, in the same year MAESTRALE for Raffaele Romano fu Domenico of Naples, broken up by Cantiere Riccardi at Vado Ligure in October, 1955.
  17. Il DDG-68 THE SULLIVANS (classe Arleigh Burke Flight I) reca il nome dei cinque fratelli (Irish-American) Sullivan periti il 13 novembre 1942 nell'affondamento dell'incrociatore antiaereo CL-52 JUNEAU a Guadalcanal da parte del ct giapponese MURASAME e del sommergibile I-26 (un siluro ciascuno), con solo 14 superstiti su 693 membri dell'equipaggio. E' la seconda nave a ricordarne il nome. La precedente, il DD-527 della classe FLETCHER, è musealizzata a Buffalo, N.Y. Ricordate "Salvate il soldato Ryan" di Steven Spielberg?
  18. Sono assolutamente d'accordo.. far partire le crociere da Venezia o da Civitavecchia non è esattamente la stessa cosa.
  19. Da "Ships Monthly" giugno 2021. C'era anche una gemella, NECHES, n. costruz. 175, varo 27.6.1914 e consegna 20.8.1914 a Mallory Lines, ma ha avuto vita breve: affondata per una collisione al largo dello Start Point il 14 maggio 1918 durante un viaggio da Le Havre a New York in zavorra. Non riceverà quindi nessuna sigla identificativa ID.
  20. La prima nave da crociera italiana nei Caraibi è nata come un piroscafo misto passeggeri/cargo, il MEDINA, costruito da Newport News Shipbuilding & Dry Dock Co., numero di costruzione 176, varato il 22.8.1914 e completato il 29.9.1914 per la Mallory Steamship Co. Inc. di New York per il servizio Galveston, Tx.-NY, 5.426 tsl, 130.4/123.8 x 16.6 metri, macchine a triplice espansione, un'elica, 14 nodi. Nel maggio 1916 viene ispezionata dallo USSB, lo US Shipping Board, da cui riceve il 10 ottobre 1921 la sigla ID (IDentification) 4541, ma non verrà requisita dalla US Navy. Nel 1933 a Clyd
×
×
  • Create New...