Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 09/10/2014 in all areas

  1. Il 16 luglio 1945 a Berlino la Conferenza interalleata di Potsdam stava per iniziare. Il corrispondente da Montevideo del "Chicago Times" Vincent De Pascal fa uscire su "Associated Press" la notizia-bomba secondo era "virtualmente certo" che Hitler ed Eva Braun erano sbarcati in Argentina, Frau Hitler camuffata con abiti maschili, ed erano ora nascosti in una immensa hacienda di proprietà tedesca in Patagonia. Si dà così la stura alle imperiture leggende sulla fuga e la sopravvivenza del Fuehrer, che sarebbero poi state alimentate per decenni, arrivando fino ai nostri giorni. Il mi
    6 points
  2. E' recentemente stato pubblicato un libro contenente tutti progetti di ricerca provenienti dalla Sicilia, che da una prima occhiata sembra rappresentare un ottimo volume aggiornato e di riferimento per l'archeologia subacquea siciliana contemporanea e sulla quale il Prof. Sebastiano Tusa ha dedicato molte, se non quasi tutte, le sue energie. Su alcuni di questi progetti io, e altri membri AIDMEN (Claudio Provenzani, anche autore della foto di copertina, e Mario Arena) abbiamo avuto la fortuna di partecipare. Credo sia un fantastico modo di ricordare il prof. Tusa, senza il quale molt
    5 points
  3. La prima nave da crociera italiana nei Caraibi è nata come un piroscafo misto passeggeri/cargo, il MEDINA, costruito da Newport News Shipbuilding & Dry Dock Co., numero di costruzione 176, varato il 22.8.1914 e completato il 29.9.1914 per la Mallory Steamship Co. Inc. di New York per il servizio Galveston, Tx.-NY, 5.426 tsl, 130.4/123.8 x 16.6 metri, macchine a triplice espansione, un'elica, 14 nodi. Nel maggio 1916 viene ispezionata dallo USSB, lo US Shipping Board, da cui riceve il 10 ottobre 1921 la sigla ID (IDentification) 4541, ma non verrà requisita dalla US Navy. Nel 1933 a Clyd
    5 points
  4. Il caso sembrerebbe risolto e il relitto sarebbe quello del sommergibile francese ARIANE, silurato ed affondato dal tedesco UC-22 il 20 giugno 1917. Vi furono 8 superstiti dell'equipaggio di 28 tra ufficiali e marinai. A questo link un altro video con più dettagli rispetto al precedente:
    5 points
  5. In the last few days, a diving team led by Professor Timmy Gambin from the University of Malta have closely examined the wreck of HMS Urge which was found off Grand Harbour in 2019. They have brought back definite proof of her identity as the name of “URGE” could clearly be seen on the port side of the conning tower. The wreck is very deep (115 metres) making the dive difficult and the bottom time very short. https://www.tvm.com.mt/en/news/exclusive-new-footage-confirms-hms-urge-is-the-submarine-outside-grand-harbour/ Our thanks to Timmy and his team for a very difficult undertaking.
    4 points
  6. Conterosso

    RAMB III ora GALEB

    Lo yacht del maresciallo Tito, GALEB, già motonave bananiera italiana e incrocietore ausiliario RAMB III è in restauro a Rijeka (Fiume) in Croazia. Ecco una foto delle stato attuale
    4 points
  7. Thank you Fabrizio for your kind words. Please note that the site is still not officially "on" and access is only through links via the Allies section. The web designer is working on integrating it with the other sections so final look will probably be a bit different. As with all works of this scope, I expect that many errors will be found! Please feel free to point them out! There are many gaps in the Commanders section so I hope I will get many answers from readers on the biographical notes and their awards. Presently, I cannot directly edit the Acknowledgments and Introduction sections and
    4 points
  8. Da Wikipedia (cercando Martha Washington ID-3019 la matricola come trasporto truppe USA) ho trovato una notizia curiosa: On the evening of 20 November 1911, while steaming in the Ionian Sea from Patras and headed for New York, Martha Washington came under fire from an Italian battleship for a period of ten minutes, with shells falling within one ship length (approximately 500 ft or 150 m) of the liner. According to the captain of the liner, the Italians, fighting against Turkey in the Italo-Turkish War, mistook Martha Washington for a Turkish ship. The ship was allowed to pass unharmed af
    4 points
  9. Il ritorno in esercizio delle navi da crociera dopo la pandemia che ci auguriamo stia per finire, ha riacceso le polemiche sulle grandi navi a Venezia. Il problema è complesso e non può essere adeguatamente illustrato da questo breve post e neppure può essere risolto dalle momentanee crisi isteriche o dalla cronica inettitudine della politica italiana sia a livello locale che nazionale. Ieri due fazioni si sono scontrate nei canali veneziani, quella che per motivi economici (sacrosanti) sostiene la presenza delle navi e dell’indotto da esse generate, contro la seconda che per motivi ambientali
    4 points
  10. Parlo di FEDE e FENICE, due motovelieri italiani (anche se uno è stato costruito in Olanda) che nel 1946 hanno fatto un po' di storia. Le loro schede storiche, provenienti dal prestigioso Lessico del nostro indimenticato Giorgio Spazzapan e che devo alla cortesia di Nereo Castelli, saranno postate al termine di questo topic. Dato che si tratta di un argomento abbastanza controverso, ho pensato bene di attingere e talvolta di mettere a confronto fonti dell'una e dell'altra parte: Ada Sereni, "I clandestini del mare. L'emigrazione ebraica in terra d'Israele dal 1945 al 1948", Mursia, dic.
    4 points
  11. Cito ancora da Ninian Stewart: "Il Ministry of Transport aveva messo a disposizione a fine aprile del 1946 per il trasferimento degli immigranti arrestati quattro navi, due EMPIRE, una OCEAN e una PARK, ciascuna con una capacità normale di 800 ma capace di portare 1.400 persone per il breve viaggio fino a Cipro, piu' c'erano quattro navi soccorso per convogli con la capacità di 400 ciascuna. Sebbene le condizioni per gli immigranti a bordo delle navi trasporto fossero adeguate, anche se molto elementari, gli immigranti erano spesso antigienici nelle loro abitudini e occorrevano anche delle
    4 points
  12. Al terzo giorno dello sciopero della fame si hanno numerosi svenimenti e malori tra i profughi, reduci dai lager nazisti, tra cui c'erano circa 150 donne incinte, in quanto tra i profughi il numero dei matrimoni era stato molto alto, anche come reazione alla solitudine e al bisogno di affetti, di una famiglia, di fare figli. I profughi spossati sono ora sdraiati tra le impalcature di legno costruite come giacigli nella stiva, in coperta e anche sulla banchina. Raffaele Cantoni, presidente dell'Unione delle Comunità Israelitiche Italiane (che era stato arrestato dai tedeschi a Milano nel 1
    4 points
  13. Dalla newsletter "Friday Briefing" di NavyBooks del 16 aprile "Il principe Filippo era stato convinto dallo zio Louis Mountbatten (una anglicizzazione del cognome di famiglia Battenberg, troppo vistosamente tedesco per andar bene, tanto da aver costretto nel 1914 il nonno materno ammiraglio principe Louis di Battenberg a lasciare l'incarico di First Sea Lord), lo zio all'epoca comandante del ct KELLY, ad arruolarsi come guardiamarina nel Britannia Naval College di Dartmouth. Nel luglio 1939, quando il re Giorgio VI e la regina Elisabetta con le figlie Elizabeth e Margaret visitaro
    4 points
  14. "Il problema non era tanto il progetto, quanto il fatto che ogni cantiere esistente negli USA era impegnato a tempo pieno sulle navi militari a seguito del Naval Expansion Act approvato dal Congresso e sulle navi da carico in base al Programma a Lungo Raggio del 1938, ed aveva prenotazioni per molto tempo a venire. Dato che la missione britannica non poteva permettersi di fallire, insistette, mostrando il suo progetto di prototipo alle organizzazioni marittime e ai proprietari dei cantieri. Quando l'ammiraglio Emory S. Land della Maritime Commission si rese conto che sarebbero probabilment
    4 points
  15. "Warships of the Royal Yugoslav Navy 1918-1945", libro in inglese del nostro socio Zvonimir Freivogel, appena uscito da Despot Infinitus, Zagabria 2020, è un gran bel libro, estremamente documentato e ricchissimo di immagini. E' il primo volume della serie "Yugoslav Warships and their Fates". Un argomento che tra l'altro ci interessa da vicino, molto da vicino ...
    4 points
  16. Mi è stato segnalato dall'Autrice, con la quale avevo intrattenuto precedenti contatti, il suo ultimo lavoro: https://www.corrieredicomo.it/centanni-in-fondo-al-lago-storia-di-un-misterioso-relitto-nel-lago-di-como-e-del-suo-inventore/ Lo ho appena ordinato https://www.lafeltrinelli.it/libri/valeria-messina/cent-anni-fondo-lago-storia/9788833811970 e non mancherò di recensirlo quando lo riceverò.
    4 points
  17. For those interested in the story of a British submarine, this booklet was just published by my friend Francis Dickinson, grandson of Lt Cdr Tomkinson of HMS Urge. Platon
    3 points
  18. Nel gennaio 1887, la Rivista Marittima pubblica un articolo su un "nuovo mezzo subacqueo", il NAUTILUS. Questo è il disegno accluso: Questo invece l'articolo: 1887_I_Rivista_marittima_Nautilus.pdf Se ne avete voglia, buona lettura.
    3 points
  19. Luciano Grazioli

    Richard Osborne.

    Comunico che il 15 corrente è deceduto il dottor Richard Osborne, Presidente della World Ship Society, società inglese ma con soci di tutto il mondo. Ricordo che è l'autore dell'articolo da me tradotto e pubblicato sul Bollettino 2021 col titolo "Crociere verso il disastro". Non lo ho conosciuto personalmente, ma rammento che la sua risposta al primo mio messaggio conteneva l'invito a passare decisamente al Richard e Luciano. Credo sia una grave perdita per la W.S.S. ed anche per tutti gli appassionati, inglesi e stranieri; auguro alla Società di superare il momento di crisi e di riprendere ad
    3 points
  20. Readers of this forum might be interested to learn that it was just announced that the wreck of the submarine Jantina was found near Mykonos by my friend Kostas Thoctarides. I gave a little assistance to the project. See: https://www.facebook.com/groups/849054291879994 The translation is very approximate! She was sunk by HMS Torbay. Kostas had also located the wrecks of HMS Perseus and the Greek submarine Katsonis. For those interested in her story, you can check Lorenzo Colombo's excellent blog at: http://conlapelleappesaaunchiodo.blogspot.com/search?q=Jantina Th
    3 points
  21. Se può servire, allego due foto "di guerra" del CAPO PINO. Una mimetizzata di Schenk, presa sotto bandiera tedesca e sotto attacco in porto (forse Iraklion), e una carica di fusti di combustibile liquido e probabilmente sotto bandiera italiana (mia collezione). saluti Marco Ghiglino
    3 points
  22. Caso interessante. Il quotidiano triestino “Il Piccolo della Sera” pubblicò il fatto il 26 novembre 1911, raccontando più o meno le stesse cose riferite dal cap. Ettore Zar (no Zand) a Palermo. Però, il giorno dopo, sullo stesso quotidiano, apparve una netta smentita da parte delle Regia Marina. Cos’era successo veramente?
    3 points
  23. Come in buona parte d'Italia, lungo lo Stretto abbiamo temperature oltre i 35° e la foschia incombe. Comunque ... una foto di due unità della Guardia Costiera, NATALE DE GRAZIA e ROBERTO ARINGHIERI.
    3 points
  24. Luiz

    DI CHE NAVE SI TRATTA?

    e se fosse lo yacht imperiale francese L'AIGLE? qui in una foto del 1869 a Suez (fonte Napoleon.org) a me pare quella Da wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Aigle_(panfilo) La crociera più importante fu quella del 1869. Il 2 ottobre di quell'anno il panfilo attraccò a Venezia, dove imbarcò la Imperatrice Eugenia. Dal 14 al 18 dello stesso mese fece tappa a Costantinopoli ed il 22 arrivò a Alessandria d'Egitto per l'inaugurazione del canale di Suez.
    3 points
  25. The last scare caused by the Kriegsmarine: I may add a little known detail on the last days of the wartime career of Prinz Eugen: the Royal Navy was informed that she had entered the Sound (Kattegat) during the evening of 19 April 1945 and it was suspected that she might attempt to break out in the Atlantic for one last stand of the Kriegsmarine. Submarines were ordered to concentrate in the North to intercept her. The submarines Varne and Venturer were already at sea, Totem and Tapir were held in readiness at Lerwick (Shetlands). Unbending, the Polish Dzik and the Dutch Dolfijn were orde
    3 points
  26. La Tripartite Naval Commission (TNC), creata alla Conferenza di Potsdam, si mise subito al lavoro sin dal 15 agosto 1945. Le navi tedesche vennero classificate in tre categorie: Categoria A per le navi pronte a prestare servizio, Categoria B per le navi in grado di esser rese disponibili a prestare servizio entro un periodo da tre a sei mesi, Categoria C per le navi non riparabili entro sei mesi. Le navi appartenenti alle prime due categorie sarebbero state suddivise, quelle della Categoria C andavano distrutte. Il lavoro di ispezione partì dal 24 agosto e comportò la visita di tutti i
    3 points
  27. Pochi giorni fa la nuova nave TRIESTE ha effettuato il primo ciclo di prove in mare, uscendo dal cantiere del Muggiano, è l'unità più grande mai appartenuta alla Marina Militare italiana.
    3 points
  28. La notizia di ieri è il viaggio "spaziale" o meglio suborbitale di Bezos, poi c'è Branson ed Elon Musk è al servizio della Nasa. E' l'arrivo di una appropriazione/sfruttamento commerciale dello spazio e di ciò che prima era esplorazione, avventura, spesso qualcosa connotato da coraggio superumano. Nella stessa ottica possiamo vedere il lancio di tour per clienti molto danarosi sul Titanic. Si appoggiano per ora a spedizioni di ricerca, poi non più nel futuro https://oceangate.com/expeditions.html https://www.tpi.it/esteri/titanic-tour-abissi-biglietto-costo-20210705803
    3 points
  29. Il traghetto Pietro Manunta all'uscita dal bacino del cantiere Palumbo di Messina.
    3 points
  30. Nella prima sala del Museo dell'Aeronautica a Vigna di Valle è esposto un mezzo molto interessante: il barchino idroplano di Crocco e Ricaldoni. http://www.aeronautica.difesa.it/storia/museostorico/Pagine/BarchinoIdroplano.aspx Nel foto non sono il massimo, ma spero rendano bene questo mezzo a metà fra l'aereo e la nave, quasi un progenitore dell'aliscafo.
    3 points
  31. Domani venerdì 16 aprile dalle ore 10, l'ANMI sezione Puglia settentrionale e Basilicata in collaborazione con l'Istituto Amerigo Vespucci di Molfetta organizza un webinar dal titolo La marina mercantile italiana dalle marine italiche alla Finmare. L'intervento è del nostro presidente Francesco De Domenico Con l'introduzione del prof. D'Aucelli e dell'ammiraglio di squadra De Pinto, vicepresidente ANMI Come tutto in questo periodo l'evento si terrà online su Google Meet al link https://meet.google.com/fyq-hhxd-cts
    3 points
  32. Vi segnalo un articolo del prof. Gemignani su Rassegna dell'Arma dei Carabinieri n.4/2020 dal titolo Le navi della Regia Marina e della Marina militare col nome CARABINIERE Si può leggere online qui http://www.carabinieri.it/Internet/ImageStore/Magazines/Rassegna/Rassegna 2020-4/index.html da pag.237 saluti
    3 points
  33. Buon ultimo, come si conviene ad un vecchietto "appiedato" (e invidioso di chi ha un rimorchiatore che lo ospita ..... quanto è brutta l'invidia!) , unisco le foto delle unità in transito da punta Faro.
    3 points
  34. Spesso chi cerca trova, a volte si trova senza cercare. Forse ricorderete che nell'ultimo Bollettino della nostra Associazione vi è un mio breve articolo sull'incaglio dell'incrociatore SAN GIORGIO a Messina. Si tratta del secondo incaglio dopo quello più famoso alla Gaiola. Per illustrare l'articolo avevo setacciato "ovunque" per trovare immagini della nave incagliata a Messina ed ero riuscito anche a trovare da un rigattiere due foto inedite; pensavo di aver esaurito l'iconografia relativa al fatto che raccontavo. Bene, mi sbagliavo, stamattina in un gruppo Facebook, Antica Messina
    3 points
  35. Dear Francesco, Thank you for the acknowledgment. Today the Malta Times published an article: https://timesofmalta.com/articles/view/confirmed-wreck-off-malta-is-the-submarine-sunk-in-1942.870478 I am attaching a photo of the image of the wreck as reconstructed by the the 3D cameras. I expect the University of Malta to submit better ones on their site in the near future. I would also like to thank my friend Francesco Mattesini who wrote quite a bit on HMS Urge even though we did not always agree on her fate! He kept the story of this submarine alive and I am thankful for ve
    3 points
  36. Per i 30 anni dal rogo della MOBY PRINCE, la cui vicenda non è ancora chiarita e per la quale verrà istituita una seconda commissione d'inchiesta parlamentare, i media hanno riproposto documentari e servizi, molto più di quanto mi aspettassi in tempi in cui il dibattito pubblico ha un solo argomento, il Covid. Vi metto il generoso contributo Rai, tutte le trasmissioni possono essere riviste in streaming e la radio essere riascoltata in podcast (Raiplay, e Raiplayradio) https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2021/04/A-trentanni-dalla-traged
    3 points
  37. E veniamo al secondo viaggio compiuto dall'altro motoveliero, il FENICE. Partito il 9 ottobre 1946 da Metaponto in Lucania (il Mossad aveva preferito non insistere con gli approdi liguri, ormai compromessi) non piu' come ELIAHU GOLOMB ma sotto il nuovo nome di BRACHA FULD, dal nome di una ragazza ebrea di 19 anni uccisa dalla polizia britannica il 26 marzo 1946 durante lo sbarco dal motoveliero WINGATE (dal nome del generale britannico Charles Orde Wingate, capo dei Chindit morto in Birmania nel 1944, simpatizzante filoebraico che nel 1938 aveva addestrato le squadre speciali notturne che i
    3 points
  38. Con un viaggio di dieci giorni il FEDE, ora variamente identificato come ARBA HACHERUYOTH (Quattro Libertà), FEDE II, CADIO o CUDIO e OWEN SOUND, arrivò al largo della Palestina, ma fu avvistato prima dalla RAF poi il 2 settembre 1946 intercettato ancora dal ct CHILDERS. Giunti al limite delle acque territoriali a tre miglia dalla costa CHILDERS spara invano dei colpi davanti alla prua, poi spara dei colpi di mitragliatrice attraverso la prua, si accosta al motoveliero e invia a bordo un gruppo d'abbordaggio, in seguito supportato dall'altro ct CHIVALROUS. In tutto le due navi da guerra
    3 points
  39. 3 points
  40. Ormai la stagione del freddo è ufficialmente in corso, le vicende correnti non entusiasmano nessuno, le prospettive sono ancora incerte, per cui c'è un bisogno disperato di auguri (e che siano veramente propiziatori di tempi migliori). Dai miei arresti domiciliari, interrotti praticamente solo per procurare l'indispensabile. Il panorama è forse monotono, ma il traffico mercantile appare interessante. Eccovi una testimonianza visiva, che vuole essere anche un riconoscimento per chi in mare e sulle banchine non si è mai fermato. Buon Natale a tutti gli amici e Buon Anno a tutti noi.
    3 points
  41. Ricambio per te, la tua famiglia e tutti gli amici di AIDMEN e del forum. Nella foto ci sono tre navi che mi sono molto care: la fregata LUIGI RIZZO e, in basso poco invisibili, i pattugliatori ANGELO CABRINI e TULLIO TEDESCHI.
    3 points
  42. Da: Ludwig Dinklage, Hans Juergen Witthoeft, "Die Deutsche Handelsflotte 1939-1945. Die Schicksale aller Seeschiffe ueber 100 BRT", Hamburg, Nikol Verlag, 2001, Vol. II, pagg. 56-57: "A Mormugoa, il porto del possedimento portoghese in India di Goa, entrarono all'inizio della guerra tre navi della Deutschen Dampfschifff.-Ges. "Hansa" di Brema. - motonave BRAUNFELS, 7.847 grt, capitano J. Biet; - piroscafo DRACHENFELS, 6.342 grt, capitano A. Schmidt; - motonave EHRENFELS, 7.752 grt, capitano J. Roefen. La popolazione della piccola colonia in un primo tempo si dimostr
    3 points
  43. Nessuno potrà mai sapere quanti tesori fotografici giacciono nelle cantine, nelle soffitte, nei cassetti, negli album di famiglia. Poco prima degli eventi seguiti all’epidemia e al blocco di tutte le attività, mi telefonò un amico che, per passatempo ma non troppo, gira per mercatini, rigattieri, soffitte da svuotare, dicendomi che aveva trovato delle foto che potevano interessarmi. Si trattava di una decina di foto attaccate su fogli neri d’album, in pessimo stato di conservazione, formato 9x6 cm. Dalle note scritte a tergo, si ricava che sarebbero state scattate da un componente de
    3 points
  44. The wreck of the German light cruiser KARLSRUHE was located. She had been sunk by the submarine HMS TRUANT (Lt. Cdr. C.H. Hutchinson, RN) on 9 April 1940, the same day Norway was invaded. Ten torpedoes had been fired but only one hit her stern and it was enough. https://www.statnett.no/en/about-statnett/news-and-press-releases/news-archive-2020/unique-discovery-on-the-seabed-wreck-of-sunken-wwii-warship-discovered-after-80-years An interesting find! Platon
    3 points
  45. Un saluto a tutta la lista. Un amico tunisino due giorni fa ha trovato il relitto di un sommergibile a due miglia da Capo Bon e chiede aiuto per la sua identificazione. Ha girato alcune immagini che possono essere viste a questo link Le immagini non sono di buona qualità, ma si possono vedere numerosi dettagli che a occhi esperti magari dicono qualcosa? Buona serata Mario Arena
    3 points
×
×
  • Create New...