Jump to content

Recommended Posts

Nuove commesse per Fincantieri che ha ricevuto l'ordine di 4 nuove navi da crociera più l'opzione per altre due da parte della Norwegian Cruise Line

 

La notizia qui

http://dreamblog.it/2017/02/16/fincantieri-incassa-maxi-commessa-per-4-nuove-navi-norwegian-cruise-line/

 

D'altro canto si complica l'acquisizione dei Cantieri STX France di Sant-Nazaire, il governo francese si sta muovendo duramente (vedremo se efficacemente)

 

Vi allego il trafiletto tratto da Repubblica di ieri

 

post-16-0-33571200-1487334821_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Fa specie vedere come i nostri carissimi "cugini d'oltralpe" non hanno avuto problemi a vendere il 66% dello strategico cantiere ai Coreani e ora fanno delle barricate per non dare il 51% a Fincantieri. Forse avremmo dovuto fare noi altrettanto con Parmalat e compagnia cantante? Come si dice a Genova, sono proprio delle rumente!!! In barba ai regolamenti Comunitari e integrazione Europea.

Se si fosse presentato il tedesco Meyer Werft avrebbero fatto lo stesso? Non ho parole.

Link to post
Share on other sites

Fa specie vedere come i nostri carissimi "cugini d'oltralpe" non hanno avuto problemi a vendere il 66% dello strategico cantiere ai Coreani e ora fanno delle barricate per non dare il 51% a Fincantieri. Forse avremmo dovuto fare noi altrettanto con Parmalat e compagnia cantante? Come si dice a Genova, sono proprio delle rumente!!! In barba ai regolamenti Comunitari e integrazione Europea.

Se si fosse presentato il tedesco Meyer Werft avrebbero fatto lo stesso? Non ho parole.

 

Considerate poi le grandi acquisizioni da loro fatte in Italia, dal settore agroindustriale a quello della moda

 

L.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

l'accordo è cosa fatta

 

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2017-04-06/accordo-parigi-fincantieri-rileva-stx-france-120025.shtml?uuid=AE87Cc0

 

è l'accordo tra Fincantieri e il governo francese sull'acquisizione di Stx France. L'annuncio ufficiale arriverà oggi pomeriggio, alle 17.30, direttamente da Parigi, dove il ministro dell'Industria transalpino Christophe Sirugue ha convocato una conferenza stampa dopo che, poco prima, incontrerà l'intersindacale di Stx France (CGT, CFDT et CFE-CGC) per ragguagliare le sigle sui dettagli dell'intesa. Nelle scorse settimane, i rappresentanti sindacali avevano espresso in più occasioni una forte preoccupazione per l'ingresso del gruppo italiano nel capitale di Stx France, ma i timori sembrerebbero superati anche alla luce delle rassicurazioni offerte dal ceo di Fincantieri, Giuseppe Bono.

Riserbo sui particolari dell’intesa
Sui particolari dell'accordo, vige ancora il più stretto riserbo e le ultime ore sarebbero servite a sciogliere gli ultimi nodi. Al punto che la convocazione della conferenza stampa di oggi pomeriggio è arrivata nella tarda serata di ieri, solo quando il confronto tra Roma e Parigi ha trovato un punto di compromesso accettabile per entrambi. Negli ultimi giorni, il governo francese aveva anche provato a sparigliare le carte lanciando l'ipotesi di una nazionalizzazione temporanea che sarebbe servita però soprattutto per mettere pressione agli italiani e arrivare a una conclusione prima delle elezioni presidenziali che scatteranno in Francia tra due settimane.

Superate ultime resistenze
Anche le ultime resistenze sindacali, come detto, sarebbero state superate in queste ore. Già nei giorni scorsi, peraltro, il ceo Bono aveva rassicurato sulle intenzioni future di Fincantieri garantendo la disponibilità del gruppo a mantenere i livelli occupazionali e l'expertise dei cantieri di Saint-Nazaire, ad assicurare un piano di investimenti triennale da 100 milioni nonché a realizzare un programma di assunzioni concordato dai sindacati con il management dell'azienda.

Lo schema finanziario
Il possibile schema vedrebbe Fincantieri attorno al 48%, comunque sotto il 50% come chiesto a gran voce da Parigi fin dall'inizio dei negoziati, lo Stato francese manterrebbe la sua minoranza di blocco (33,3%), Dncs entrerebbe nel capitale tra l'11 e il 14% e le quote restanti andrebbero in mano a un investitore istituzionale italiano (l'ipotesi Cassa è stata scartata dai francesi che preferiscono un soggetto non legato al gruppo triestino). I rapporti tra Roma e Parigi sarebbero quindi regolati da un nuovo patto parasociale per dodici anni che garantirebbe al governo francese una serie di prerogative rafforzate rispetto all'intesa con i coreani.

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Arriva Macron, l'europeista Macron, il liberista Macron, quello per cui il populismo e le ricette economiche della Le Pen erano suicidarie, insomma arriva il campione del libero mercato e improvvisamente l'accordo Stx è da rifare

 

http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/crociereetraghetti/2017/05/31/fincantieri-macron-rivedere-accordo-su-stx-_34183782-d971-4b3f-8495-ce9cb87bc98b.html

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Altra puntata della telenovela Stx.

Ricordatemi qual era la posizione di Le Pen in proposito e vediamo se il liberista Macron nazionalizzerà Stx

 

Saint Nazaire finisce per incrinare i rapporti tra Roma e Parigi. I cantieri, storicamente attivi nella produzione di portaerei e navi da crociera, diventano il terreno di scontro tra i due governi. Il ministro dell’economia francese, Bruno Le Maire, per la prima volta ha dichiarato pubblicamente di preferire «soluzioni uguali, al 50 e 50» per Stx France, la società a monte dei cantieri affacciati sulla Loira. In cambio, come contropartita, Le Maire avrebbe prospettato all’Italia di accrescere la cooperazione in campo navale militare.

 

 

 

http://www.corriere.it/economia/17_luglio_26/battaglia-navale-italia-francia-fincantieri-controllo-saint-nazaire-3b94a1fc-716e-11e7-97e0-849a9c15ef13.shtml

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
  • 3 years later...

aggiornamento sulla situazione STX Fincantieri.

L'operazione è definitivamente tramontata

https://www.corriere.it/economia/aziende/21_gennaio_28/salta-l-accordo-francia-italia-stop-fincantieri-stx-resta-parigi-07e8b890-6137-11eb-89c6-2343df471572.shtml

 

"«Il mondo del 2021 purtroppo è diverso dal mondo del 2017, quando era stato pensato l’accordo», spiega una fonte di Bercy, il ministero delle Finanze francese. Si dà la colpa al Covid-19, al contesto economico rivoluzionato, ma sono tante le ragioni che in questi quattro anni hanno bloccato l’intesa dei cantieri navali Stx-Fincantieri finalmente accantonata ieri sera, senza sorprese, in modo ufficiale.
Il ministro francese Bruno Le Maire, quello italiano Stefano Patuanelli e la vicepresidente della commissione Ue Margrethe Vestager si sono parlati al telefono e al termine del colloquio è stato diffuso il comunicato: «Francia e Italia prendono atto del fatto che il contesto economico attuale non permette di proseguire l’integrazione prevista tra i Chantiers de l’Atlantique e Fincantieri. I due Paesi riaffermano la solidità dei loro legami in materia di cooperazione economica, in particolare nel settore industriale».

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...