Jump to content

La verità su Punta Stilo su un documento ufficiale dell'Ammiragliato Britannico


Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

gradirei, se possibile, due chiarimenti:

1) Il primo riguarda il momento in cui le navi agli ordini dell'ammiraglio Campioni effettuarono lo schieramento a sinistra poco prima dello scontro a fuoco con le navi maggiori britanniche.

A pag. 75 del La battaglia di Punta Stilo (F. Mattesini, II edizione, 2001) è scritto: Con questa seconda accostata, eseguita alle 15.42, le navi effettuarono lo schieramento a sinistra ...  

A pag 55 dell'articolo Punta Stilo, nuovi elementi (Enrico Cernuschi, Storia Militare, gennaio 2008) è scritto Lo spiegamento a sinistra venne raggiunto per le 15.30 ..., orario replicato su I cannoni di Punta Stilo (Enrico Cernuschi, Storia Militare, febbraio 2012) ove si riporta ... eseguirono, per le 15.30, lo spiegamento a sinistra.

Nella sua ultima opera, Punta Stilo 9 luglio 1940, a pag. 180, il prof. Mattesini scrive: Quando alle ore 15.40 fu dato l'ordine di spiegamento sulla sinistra, ...   

E' possibile avere certezza dell'orario?

2) per il secondo chiarimento disturberei solo il prof. Mattesini, sempre per la sua ultima opera, Punta Stilo 9 luglio 1940, pag. 180 per una sequenza di orari:

 Quando alle ore 15.40 fu dato l'ordine di spiegamento sulla sinistra, ... 

Quando poi alle 15.44 - 15.45 la Cesare trasmise con due segnali ...

Poi alle 15.30 fu trasmesso dalla Cesare ...

Ma sono proprio le 15.30 o c'è stato uno sfortunato errore di stampa e l'orario corretto era 15.50?

Grazie infinite

Riccardo

Link to post
Share on other sites
  • Replies 50
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

LA VERITA’ SU PUNTA STILO SU UN DOCUMENTO UFFICIALE DELL’AMMIRAGLIATO BRITANNICO                   Per tutti coloro che sono appassionati sulla Battaglia di Punta Stilo ed abbiano letto in questi ulti

Per chi volesse approfondire l'episodio, sintetizzato, della Battaglia di Punta Stilo:   LA BATTAGLIA DI PUNTA STILO - Francesco Mattesini   I compiti assegnati alla flotta italiana dallo Stato Maggio

Per chi volesse leggere i documenti trascritti da Francesco Mattesini in versione completa e originale e farsi un'opinione sulle ricostruzione, vi metto due link.   Primo documento (Battle Summary n.8

Posted Images

BATTAGLIA DI PUNTA STILO

Gli orari precisi, riportati sui documenti italiani, sono quelli che ho scritto nel mio ultimo libro. Ossia l'ammiraglio Campioni dette l'ordine di spiegamento per le corazzate della 5a Divisione Navale (Cesare e Cavaur) alle 15.40, e la manovra di spiegamento, come riportato nel mio primo libro, fu effettuato dalle due navi da battaglia due minuti più tardi, alle 15.40 o 15.42. Cfr., AUSMM, Rapporto 1/493 del Comando in Capo 1a  Squadra, e  Azione navale dei giorni 6-7-8-9 Luglio 1940 – Cronistoria.

Nella segnalazione delle trasmissioni vi sono differenti orari degli ordini ordinati e ricevuti tra nave e nave, come spesso accadeva durante le azioni navali. Pertanto riportò testualmente quanto è scritto nel cronistoria:

 Avvenne così che quando alle 15.40 fu dato l’ordine di spiegamento sulla sinistra, il Gruppo “Pola” si era venuto “a trovare sul rilevamento 350° dal CESARE , mentre, con l’aumento di velocità  dato al momento opportuno, avrebbe potuto trovarsi sul rilevamento 5° e cioè quasi sulla posizione esatta”.

Ma il nemico era troppo lontano (dalle 15.43 X = 32400 su rotta 108° dal CESARE): occorreva accostare in dentro e soprattutto portare decisamente sulla dritta il gruppo “Pola”. = Pertanto alle 15.44 il Comandante in Capo forze navali trasmise l’ordine: “per asse di dispositivo di combattimento sia assunto il rilevamento vero 40° per gruppo del C.te in Capo. = Successivamente alle 15.45 fu dato il segnale Rb. 40° e contemporaneamente la V Divisione accostò su tale rotta.

Benché anche i due segnali delle 15.44 e dell 15.45 siano stati regolarmente ricevuti dal C.te in Capo II Squadra non eseguì manovra alcuna per portarsi sul Rilev. 40° da CESARE e continuò a navigare fino alle 15.52 su rotta nord accostando solo a questa ora per rotta 40°, e ciuoé con 7 minuti di ritardo rispetto all’ordine.

Per quanto riguarda l’ora di trasmissione 15.30 evidentemente vi è un errore che dovrei controllare nella mia enorme documentazione. Doveva essere le 15.52!

Un'altra precisazione. Nella sua seconda relazione n. 1/277 del 24 luglio 1940, l’ammiraglio Campioni ha scritto:

Alle 15.42 ho spiegato sulla sinistra col grosso già formato sull’asse del dispositivo di combattimento 10° ordinato alle 15.30”.

Quindi le ore 15.30 riportate dal Cernuschi sono quelle di prepararsi per una manovra di spiegamento che, secondo l’ammiraglio Campioni, fu poi ordinata alle 15.42, mentre il Cronistoria la riporta alle 15.40. L’apertura del fuoco da parte della CESARE iniziò alle 15.53.

Francesco Mattesini

 

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Buongiorno a tutti,

gradirei, se possibile, alcuni chiarimenti riguardanti il momento in cui il GIULIO CESARE aprì il fuoco.  Concordo da subito con un precedente messaggio del signor Garufi che certe domande dovrei rivolgerle al dr. Cernuschi perché riguardano suoi scritti, ma non so come contattarlo. Non mi pare partecipi ad alcun forum.

In base al Report del MALAYA risulta che, facendo riferimento all’orario di detta nave,  il GIULIO CESARE aprì il fuoco alle 15.48.

In I cannoni di Punta Stilo (Cernuschi, Storia Militare, febbraio 2012, pag. 27) è scritto: Alle 15.49 partì dal Cesare una prima salva, … Il Cesare tirò nuovamente alle 15.53 …

In La corazzata di vetro (Gaetani – Cernuschi, Rivista Marittima, settembre 2018, pag. 97) è scritto: Il combattimento vero e proprio tra le corazzate fu preceduto, stando a molte testimonianze (quali? Non ne ho trovato cenno altrove), da una salva preliminare sparata alla massima distanza dal Cesare (tra le 15.47 indicate dal Trento, le 15.50 riportate dall’idro dell’incrociatore Eugenio di Savoia e le 15.51 riferite dal Servizio Sicurezza del Cesare; orario più probabile le 15.49) (saranno queste le testimonianze?) … È verosimilmente con riferimento a questa salva, caduta quasi un minuto dopo, che il Malaya annotò l’apertura del fuoco italiano alle 15.48 (corrispondenti alle 15.50 del Cesare) … (In effetti, il ragionamento fila)

Lo scontro tra i grossi calibri iniziò, per contro, alle 15.54 italiane, …

In base a quanto sopra tra l’orario della MALAYA e quello degli Italiani vi sarebbe uno scarto di 1 - 2 minuti se si fa riferimento alla prima salva delle 15.49 / 15.50 e di 5 – 6 minuti qualora non si consideri detta salva ma si faccia riferimento alla seconda delle 15.53 / 15.54.

Il prof. Mattesini non fa cenno alla salva delle 15.49 / 15.50 né in La Battaglia di Punta Stilo ove a pag. 75 scrive che Alle 15.53 la Cesare aprì il fuoco sulla Warspite, né in Punta Stilo 9 luglio 1940 ove a pag. 181 scrive che Alle ore 15.53 (15.48 secondo i britannici) (o, forse meglio, secondo l’orario della MALAYA) la GIULIO CESARE sparò sulla WARSPITE una prima salva …

Conseguentemente, tra l’orario dei Britannici (o quello della sola MALAYA) e quello degli Italiani vi sarebbe uno scarto di 5 minuti.

Nella Cronistoria citata dal prof. Mattesini (Punta Stilo 9 luglio 1940, pag. 183) è scritto: Il tiro del CESARE fu rapidamente portato a cavallo. La prima salva (sarà quella delle 15.49 / 15.50 o quella delle 15.53?) cadde in cursore corta. Fu allungata di 600 metri: la salva corta del secondo gruppo scalata (mi viene da pensare il gruppo corto della seconda salva visto che stavano sparando per gruppi di torri alla ricerca del bersaglio) cadde a cavallo e probabilmente con colpi utili: il tiro fu accorciato di 400 e si passò al fuoco celere, sparando non più per gruppi …

Sulla base delle mie modestissime conoscenze, e pertanto vi prego di correggere miei errori, ringraziandovi anticipatamente di ciò, direi perciò che:

a)      la salva corta del secondo gruppo scalata (che) cadde a cavallo era quella sparata dalla torre 1

b)      la salva del secondo gruppo sparata dalle torri 2 e 3 la potremmo definire lunga

c)       la salva del secondo gruppo sparata dalla torre 4 la potremmo definire lunghissima

Potrebbero essere i colpi b) e c) (più probabilmente il c) che la relazione del 1948 del P.R.O. indica che raggiunsero alcuni cacciatorpediniere a dritta della WARSPITE alle 15.54 (orario britannico).

Ma se ci fossero 5 minuti di sfasamento tra l’orario italiano e quello britannico, detti colpi sarebbero stati sparati dalla CESARE, o anche dalla CAVOUR, alle 15.59, quando ormai il tiro italiano avrebbe dovuto essere ben centrato.

Sulla base di quanto sopra Vi chiedo pertanto:

- quando iniziò a sparare il CESARE?

- Vi risulta che vi fosse uno sfasamento tra l’orario del MALAYA e quello della WARSPITE? Anche perché il report del MALAYA indica le 15.48 come momento di apertura del fuoco da parte dell’ammiraglia inglese.

- perché chi ha redatto la Cronistoria scrive cadde in cursore corta? Il cursore non regola il movimento orizzontale (brandeggio) e la gittata quello in distanza? Forse intendeva il “congegno meccanico”?

Grazie come sempre della Vostra attenzione e disponibilità.

 

Riccardo

Link to post
Share on other sites

           Vi sono un insieme di domande su orari che, come ho già detto, sono differenti tra tutte le navi che parteciparono allo scontro, spesso di uno o due minuti ma a volta anche cinque o sette minuti. Quindi, da entrambe le parte in azione di fuoco, non si possono conoscere dove cadevano le singole salve. Quanto ho riportato sul mio ultimo libro su Punta Stilo, completamente aggiornato con gli ultimi documenti che mi ha spedito Platon Alexiades, é il massimo che ho potuto fare e quindi il discorso di affrontare il problema del tiro é sempre stato, e lo é per qualsiasi scontro navale, assai complicato e di difficile soluzione.

            Quando cominciò a sparare le GIULIO CESARE ?

          L'ammiraglio Fioravanzo, nel suo libro "Le azioni navali" (p. 123) ritenne sia stato alle ore 15.48, mentre invece il Comandante della 5a Divisione, ammiraglio Bruto Brivonesi, sostenne nella sua relazione di aver aperto il fuoco con la CAVOUR alle 15.53, con obiettivo la corazzata WARSPITE. Quindi, secondo quanto io ho scritto in Punta Stilo,  confermò l'orario dell'ammiraglio Campioni, scrivendo:

"Alle ore 15.53 (15.48 secondo i britannici) la Giulio Cesare (capitano di vascello Angelo Varoli Piazza – 1° Direttore del Tiro Capitano di fregata Giulio Cipollini), sparo sulla Warspite una prima salva da 320 mm, alla distanza telemetrata di 26.400 metri, mentre subito dopo la Conte di Cavour  (capitano di vascello Ernesto Ciurlo), che evidentemente seguiva la nave ammiraglia ad una distanza maggiore di quella normale, alle 15.54, come dimostrano le fotografie scattate dalla Cesare dove si trovava personale fotografico dell’Istituto Luce, effettuò il tiro addirittura alla distanza telemetrata di 30.500 metri, con l’alzo alla massima elevazione. Si trattava della corazzata Royal Sovereign (capitano di vascello Humphrey Benson Jacomb), appena superata dalla Malaya che procedeva alla velocità di 18 nodi a 3 miglia di distanza dalla Warspite".

Come si vede anche il tiro della CAVOUR avvenne secondo i tecnici dell'istituto Luce con un minuto di ritardo rispetto all'orario riportato dall'ammiraglio Brivonesi.

E' questo che volevo dimostrare riferendo delle disparità di orario, per cui dobbiamo per forma maggiore prendere come più preciso, nell'apertura del fuoco della CASARE, quello del Comandante in Capo, ammiraglio Campioni, che riporta l’orario trascritto nel Diario della stessa CESARE.

Francesco Mattesini

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...