Vai al contenuto

AIDMEN utilizza dei cookie per le proprie funzionalità e migliorare l'esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni leggi l'Informativa ex 13 D.Lgs. n. 196/2003 .    Cliccando il tasto a destra acconsenti all’uso dei cookie    Accetto l'utilizzo dei cookie

Appello per la liberalizzazione delle immagini del patrimonio culturale

Iniziato da Luiz , 13.01.2016 - 13:28
Archivi Riproduzione immagini

  • Per cortesia connettiti per rispondere
9 risposte a questa discussione

#1

Luiz
  • Luiz
  • Moderators
  • 505 messaggi

Il decreto legge “Art Bonus” n.83/2014, entrato in vigore il primo giugno del 2014, aveva finalmente autorizzato la libera riproduzione di qualsiasi bene culturale ma nel convertire il decreto in legge, il Parlamento approva un emendamento restrittivo che esclude dalla libera riproduzione i beni archivistici e bibliografici.
Per i documenti di archivio e i manoscritti si torna d’improvviso al regime precedente.
Un gruppo di storici archeologi e ricercatori si è messo di traverso e ha creato un movimento a favore della libera riproduzione degli immagini degli archivi

qui il punto della situazione
https://fotoliberebbcc.wordpress.com/

Il gruppo aveva -precedentemente ad Art Bonus- inviato un appello al Ministro Bray, che potete leggere qui
http://www.roars.it/...-ministro-bray/

Dato che la situazione non è cambiata un gruppo di parlamentari ha creato una petizione Presidente del Consiglio e al Ministro dei
beni e delle attività culturali e del turismo su Change.org, che vi invito a firmare

https://www.change.o...amo-la-bellezza
  • Giuseppe Garufi, Francesco De Domenico, Incles e un altro piace questo

Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita (C.M. Cipolla)

  • Torna su
  • Inviato 13 gennaio 2016 - 13:28

#2

Giuseppe Garufi
  • Giuseppe Garufi
  • Moderators
  • 1360 messaggi
  • LocationMessina

Fatto; speriamo serva.


  • Torna su
  • Inviato 13 gennaio 2016 - 16:40

#3

Pasquale B. Trizio
  • Pasquale B. Trizio
  • AIDMEN Fellows
  • 12 messaggi

Aderisco volentieri all'appello.

Pasquale B. Trizio

 


  • Luiz piace questo
  • Torna su
  • Inviato 13 gennaio 2016 - 20:08

#4

Francesco De Domenico
  • Francesco De Domenico
  • Administrators
  • 1233 messaggi

Ho firmato.
  • Luiz piace questo
  • Torna su
  • Inviato 14 gennaio 2016 - 09:56

#5

Luiz
  • Luiz
  • Moderators
  • 505 messaggi

Riporto per intero le motivazioni portate dal gruppo di ricercatori e bibliotecari

Perchè liberalizzare le riproduzioni in archivi e biblioteche? …. ecco 10 buoni motivi per farlo.
1. La tecnologia digitale agevola sensibilmente le operazioni di trascrizione, con la possibilità di rivedere la propria trascrizione in luoghi e tempi diversi da quelli di consultazione diretta;
2. Lo scatto fotografico è assimilabile nello spirito e nelle funzioni all’atto di prendere appunti (la fotocamera digitale è mezzo di fruizione del documento come la matita personale o il computer portatile);
3. La riproduzione a distanza non sottopone di per sé la documentazione ad uno stress maggiore di quello subito durante la normale consultazione;
4. La riproduzione a distanza contribuisce anzi alla sua tutela del documento sia perché, a differenza della fotocopia, non implica un contatto diretto con il supporto, sia perché riduce al minimo il numero di accessi diretti alla documentazione consultata;
5. Si rendono più sostenibili i costi della ricerca permettendo agli utenti degli archivi di evitare lunghi e costosi soggiorni in trasferta;
6. Si attenuano le disparità esistenti tra studiosi che dispongono di maggiori o minori risorse economiche, contribuendo a garantire un accesso più democratico ai fondi documentari (si pensi ai giovani laureandi, ai dottorandi privi di borsa, ma anche a tutti coloro i quali sono costretti a rinunciare alla ricerca archivistica per motivi di tempo e per i quali la fotografia libera sarebbe invece un valido supporto);
7. Si incentiva la valorizzazione del patrimonio archivistico e bibliografico nazionale coinvolgendo come soggetti attivi un maggior numero di studiosi;
8. Si contribuisce a valorizzare l’insieme del nostro patrimonio culturale: il turismo di qualità si nutre infatti di contenuti culturali che sono spesso esito della ricerca documentaria condotta in archivi e biblioteche;
9. Può costituire un’occasione di rilancio dell’immagine delle biblioteche e degli archivi che, sempre più marginalizzati, stentano ad essere percepiti come effettivi centri di diffusione della cultura oltre che come centri di conservazione;
10. Liberalizzare significherebbe stringere una rinnovata ‘alleanza’ tra operatori e utenza risaldandone il fondamentale rapporto fiduciario: da un lato numerosi utenti in archivio eviterebbero tentativi di eludere la sorveglianza fotografando furtivamente manoscritti e documenti in violazione delle norme, dall’altro gli istituti che custodiscono i fondi documentari sarebbero nelle condizioni di favorire il più ampio accesso alle fonti e creando le condizioni per la più ampia diffusione del sapere.


  • Giuseppe Garufi e sandokan piace questo

Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita (C.M. Cipolla)

  • Torna su
  • Inviato 14 gennaio 2016 - 10:55

#6

sandokan
  • sandokan
  • AIDMEN Fellows
  • 190 messaggi

Mi unisco con entusiasmo alla petizione.


  • Luiz piace questo
  • Torna su
  • Inviato 14 gennaio 2016 - 12:02

#7

Loligo
  • Loligo
  • AIDMEN Council Members
  • 256 messaggi

Adesso la situazione è chiara, non come precedentemente presentata in lista. Aderisco
  • Luiz piace questo
  • Torna su
  • Inviato 15 gennaio 2016 - 07:52

#8

Luiz
  • Luiz
  • Moderators
  • 505 messaggi

ciao Loligo,

la questione in realtà è tutta collegata sia per quanto riguarda la riproduzione e la pubblicazione di fotografie di monumenti o dipinti, per esempio, sia per la documentazione archivistica.

Per quelle del patrimonio archivistico e librario è anche più intricata, ed è per questo che ci sono trattative in corso

 

Comunque vi terrò aggiornati

 

L.


Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita (C.M. Cipolla)

  • Torna su
  • Inviato 18 gennaio 2016 - 11:34

#9

Luiz
  • Luiz
  • Moderators
  • 505 messaggi

Riporto quanto scrive oggi il Prof. Giovanni Solimine de La Sapienza

 

"Nel corso della riunione del Consiglio superiore dei beni culturali e
paesaggistici, tenutasi ieri 18 gennaio, il Ministro Franceschini ha
annunciato la prossima emanazione di un decreto, tendente a risolvere la
situazione venutasi a creare dopo l'approvazione della L. 125/2015, che
ha nuovamente attribuito allo Stato l'esercizio delle funzioni di tutela
in materia di beni librari, esercitate ormai da oltre 40 anni dalle
Regioni.
 Il MiBACT non dispone attualmente delle strutture e del personale per
garantire le attività di controllo e vigilanza che tale norme
comportano, con grave rischio per il patrimonio culturale documentario.
 Il Ministro ha annunciato la trasformazione delle attuali
Soprintendenze archivistiche in Soprintendenze archivistiche e
bibliografiche. Il Consiglio ha chiesto che tali nuove Soprintendenze
siano dotate di personale bibliotecario specificamente formato nel campo
della conservazione e della tutela dei beni librari."


Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita (C.M. Cipolla)

  • Torna su
  • Inviato 20 gennaio 2016 - 11:56

#10

Luiz
  • Luiz
  • Moderators
  • 505 messaggi

Per chi vuole aderire al movimento "Fotografie libere per i beni culturali"

 

https://fotoliberebb...oni-e-contatti/


Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita (C.M. Cipolla)

  • Torna su
  • Inviato 05 febbraio 2016 - 09:47





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi