Vai al contenuto

AIDMEN utilizza dei cookie per le proprie funzionalità e migliorare l'esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni leggi l'Informativa ex 13 D.Lgs. n. 196/2003 .    Cliccando il tasto a destra acconsenti all’uso dei cookie    Accetto l'utilizzo dei cookie

Il mistero della perdita del sommergibile italiano ALABASTRO

Iniziato da Francesco Mattesini , 18.04.2015 - 19:08

  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1

Francesco Mattesini
  • Francesco Mattesini
  • AIDMEN Fellows
  • 720 messaggi

Sommergibile britannico Talisman, 1.090 tons.

 

Alla metà del mese di settembre 1942, il Talisman (capitano di corvetta  Michael Willmott) si stava trasferendo da Gibilterra a Malta, per poi raggiungere il Mediterraneo orientale allo scopo di passare alle dipendenze della 1a Flottiglia Sommergibili della Mediterranean Fleet che, avendo abbandonato Alessandria, con l’avanzamento del fronte terrestre ormai troppo esposta agli attacchi aerei dell’Asse, si trovava con le sue unità dislocate tra Haifa e Beirut.

 

Il Talisman era salpato da Gibilterra il 10 settembre, e durante la navigazione, alle 08.45 del giorno 15, segnalò di aver avvistato un U-Boote a nord delle coste algerine di Capo Bourgaroni (Philippeville), in lat. 37°48'N, 06°00'E, mentre dirigeva con rotta 250° alla velocità di quattordici nodi; esso però non era un sommergibile tedesco ma italiano, il nuovissimo Alabastro, con torretta simile a quella degli U-Boote. Poi il Talisman non trasmise più nulla, mentre nessuna notizia arrivò dall’Alabastro (tenente di vascello Giovanni Bonadies), che partito da Cagliari il 13 settembre, avrebbe dovuto portarsi in zona di agguato a nord di Algeri.

 

Secondo le informazioni britanniche, ricevute nel dopoguerra dalla Sezione Storica dell’Ammiragliato, l’Ufficio Storico della Marina Militare italiana, apprese che alle ore 16.20 del 14 settembre un idrovolante Sunderland del 202° Squadron della RAF, decollato da Gibilterra con pilota il capitano australiano E.P. Walshe, trovandosi alle 14.30 in lat. 37°28’N long. 04°34’E (poco a ponente del meridiano di Capo Carbon - Bougie), attacco un sommergibile che in superficie dirigeva verso ponente, e dopo lo sgancio di sei bombe, seguite a mitragliamento, l’equipaggio del velivolo fu convinto di averlo affondato.

 

L’Ufficio Storico della Marina Militare ritenne che vittima dell’attacco fosse stato  proprio il sommergibile Alabastro che a quell’ora del giorno 14 doveva trovarsi all’incirca in quella zona.  Ma se il sommergibile era l’Alabastro, come poteva essere stato avvistato dal Talisman alle 08.45 del 15 settembre. Si deve pertanto ritenere che non fu affondato nel corso dell’attacco aereo del giorno 14, e questo porta a delle riflessioni, perché non rientrò alla base, così come avvenne per il Talisman che invano fu atteso a Malta, ove doveva giungere il giorno 18.

 

E’ possibile che i due sommergibili abbiano avuto uno scontro diretto e, colpitisi a vicenda, siano entrambi affondati con l’intero equipaggio ? Questo è un altro grosso mistero che sarà difficile dipanare, non essendovi nessun testimone.

 

L’Ammiragliato britannico, tenendo in considerazione del fatto che gli sbarramenti minati italiani e tedeschi del canale di Sicilia erano stati rinforzati, suppone che il Talisman fosse andato perduto per quella causa e in quella zona intorno al giorno 17; ma ritiene anche possibile che il sommergibile, trovandosi la sera del 16 al largo dell’isola di Marittimo, abbia effettuato un’azione d’attacco contro un convoglio italiano, per poi soccombere nella reazione delle unità di scorta.

 

Da parte italiana non vi furono elementi per confermare lo svolgimento di quella presunta azione d’attacco; né risulta che ci sia stata una conseguente caccia antisom che avrebbe potuto condurre all’affondamento del sommergibile, visto che nella documentazione dell’Ufficio Storico della Marina Militare non si trova traccia che la sera del 16 settembre ci fosse un convoglio italiano in navigazione nel Canale di Sicilia.

 

Con il Talisman si persero i 63 uomini dell’equipaggio, compresi 5 ufficiali.

 

Francesco Mattesini


  • Corto Maltese piace questo
  • Torna su
  • Inviato 18 aprile 2015 - 19:08

#2

Platon Alexiades
  • Platon Alexiades
  • AIDMEN Fellows
  • 319 messaggi
  • LocationMontreal, Canada

Dear Francesco,

 

There is a mistake: the last signal of TALISMAN was at 0845B/14 September 1942 (not 15.09.1942). I think you based yourself on the uboat.net page which has the error. So there is no doubt that ALABASTRO was sunk by the Sunderland. The aircraft photographed 36 survivors in the water (I have not seen the photo but is mentioned in British documents) but they must have all perished as the French were not informed of their presence. For the error in uboat.net, I have informed Brian Corijn and it should be corrected shortly.

As for TALISMAN the hypothesis of a mine must be the most plausible.

 

Best regards,

 

Platon


  • Corto Maltese piace questo
  • Torna su
  • Inviato 18 aprile 2015 - 21:16

#3

Corto Maltese
  • Corto Maltese
  • AIDMEN Fellows
  • 320 messaggi

Dear Francesco,

 

There is a mistake: the last signal of TALISMAN was at 0845B/14 September 1942 (not 15.09.1942).  [...] As for TALISMAN the hypothesis of a mine must be the most plausible.

 

 

Also Karl E. Heden, Sunken Ships World War II, Branden Books, Boston 2006, pag. 237, confirms this version.

 

 

 

 

The aircraft photographed 36 survivors in the water (I have not seen the photo but is mentioned in British documents) but they must have all perished as the French were not informed of their presence.

 

It would be very interesting to be able to find this picture.


  • Torna su
  • Inviato 18 aprile 2015 - 21:39

#4

Platon Alexiades
  • Platon Alexiades
  • AIDMEN Fellows
  • 319 messaggi
  • LocationMontreal, Canada

Yes indeed.


  • Torna su
  • Inviato 18 aprile 2015 - 22:01

#5

Francesco Mattesini
  • Francesco Mattesini
  • AIDMEN Fellows
  • 720 messaggi

Grazie Platon,

 

c'é quindi nella mia ricostruzione un errore di data. Avevo già visto che vi erano stati circa 40 superstiti  del sommergibile segnalati in mare dopo l'attacco del Sunderland, ma questa tua precisazione non  porta più dubbi sulla fine dell'ALABASTRO per quanto riguarda l'attacco aereo; ma resta pur sempre il mistero della  fine dell'HMS TALISMAN per causa mine, che io non ho escluso. 

 

Ciao, a presto

 

Francesco


  • Torna su
  • Inviato 19 aprile 2015 - 05:33

#6

Platon Alexiades
  • Platon Alexiades
  • AIDMEN Fellows
  • 319 messaggi
  • LocationMontreal, Canada

Dear Francesco,

 

Brian Corijn has corrected the error in the TALISMAN page on uboat.net and it is now showing the correct date as 14.09.1942 (instead of 15.09.1942). Our apologies for misleading you,

As for the fate of TALISMAN: she sighted ALABASTRO and reported her as follows: at 0845B/14 in position 08°48'N, 06°00'E and then again at 0854B/14 in 08°49'N, 06°06'E, course 250°, 14 knots.

After that nothing was heard from her. She was supposed to reach Marettimo (probably at dawn on the 16th) then was expected to pass through 36°21'N, 13°40'E at sunset on 17/9 then on to Malta where she was supposed to arrive on the 18th. Her speed of advance was expected to be 140 miles per day.

Do you have any idea for the cause for her loss apart a mine or an accident? I have not seen any Italian antisubmarine attack in these areas in this period. I am open to suggestions.

 

Best wishes and see you in Rome soon,

 

Platon


  • Torna su
  • Inviato 19 aprile 2015 - 20:17

#7

Francesco Mattesini
  • Francesco Mattesini
  • AIDMEN Fellows
  • 720 messaggi

Caro Platon,

 

Sono cascato nell’errore, e non doveva accadere controllando meglio, dato che le informazioni precise non mi mancano.

 

Com’è riportato in tanti altri siti di Internet anche io, per quel mio lapsus, ho ritenuto che i due sommergibili si fossero incontrati il giorno 15 settembre, e quindi all’indomani dell’attacco dell’idrovolante Sunderland che ha portato all’affondamento dell’ALABASTRO.

 

Ti ringrazio per i dettagli sulla navigazione del TALISMAN che mi saranno utili per le mie variazioni.

 

A presto

 

Francesco


Messaggio modificato da Long John Silver, 23 aprile 2015 - 08:46
Formattazione

  • Torna su
  • Inviato 20 aprile 2015 - 09:54

#8

JPMISSON
  • JPMISSON
  • AIDMEN Fellows
  • 176 messaggi

Quote 

As for the fate of TALISMAN: she sighted ALABASTRO and reported her as follows: at 0845B/14 in position 08°48'N, 06°00'E and then again at 0854B/14 in 08°49'N, 06°06'E,

Unquote

 

 

THIS IS BANG IN KWARA STATE ....NIGERIA   !

Some navigation error   ???


  • Torna su
  • Inviato 15 settembre 2019 - 00:30

#9

Platon Alexiades
  • Platon Alexiades
  • AIDMEN Fellows
  • 319 messaggi
  • LocationMontreal, Canada

Thank you for pointing out the error of this old post. I am a bit surprised Francesco or anybody else did not pick up the error. In both cases the latitude should read 37° instead of 08° (37°48' N, 06°00' E and 37°49' N, 06°06' E). Since my database shows the correct positions and usually I copy and paste the position to avoid an error, I am also surprised that this occurs unless AIDMEN posting can be hacked...

 

In any case I appreciate that you read carefully my old posts and I hope they help.


  • Torna su
  • Inviato 15 settembre 2019 - 13:59

#10

Francesco De Domenico
  • Francesco De Domenico
  • Administrators
  • 1195 messaggi

I don't believe that AIDMEN posting would rate the effort of being hacked  (other than being corrected  as necessary by the coordinator and the two moderators, obviously...).


  • Torna su
  • Inviato 16 settembre 2019 - 17:42

#11

Platon Alexiades
  • Platon Alexiades
  • AIDMEN Fellows
  • 319 messaggi
  • LocationMontreal, Canada

Many thanks for your comments Francesco. I am usually more careful but I do make mistakes sometime (not many, I hope!).


  • Torna su
  • Inviato 16 settembre 2019 - 22:09




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi