Vai al contenuto

AIDMEN utilizza dei cookie per le proprie funzionalità e migliorare l'esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni leggi l'Informativa ex 13 D.Lgs. n. 196/2003 .    Cliccando il tasto a destra acconsenti all’uso dei cookie    Accetto l'utilizzo dei cookie

Incidenti - INS Arihant

Iniziato da CARABINIERE , 10.01.2018 - 17:11
sottomarini nucleari - INS - allagamenti

  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1

CARABINIERE
  • CARABINIERE
  • AIDMEN Fellows
  • 164 messaggi

Solo nei giorni scorsi le autorità indiane hanno diffuso (finalmente) notizie sui lavori e rientro in servizio dell’ INS Arihant, il primo sommergibile nucleare lanciamissili balistici, costruito in India.

 

La marina indiana ha in programma la costruzione di altre unità della classe, da tre a sei, ma il programma è praticamente sospeso in attesa dei risultati delle prove sull’ INS Arihant.

Sul sottomarino era avvenuto un incidente nel corso delle prime uscite dopo la consegna avvenuta nell’ agosto 2016, le cui cause non erano state immediatamente divulgate, ma comunque tali da dover riportare l’ unità nel cantiere di costruzione.

Le notizie diffuse al momento dell’annuncio (per ora solo tale) della nuova messa in servizio non chiariscono totalmente la portata del danno, ma solo – e solo in parte – la causa primaria

Causa primaria che sembra sia stato un errore nella chiusura di un portello nella zona poppiera, con entrata d’ acqua di mare che avrebbe addirittura raggiunto l’area del reattore, costringendo non solo a ”pulizie e riparazioni” ma alla sostituzioni di tubolature.

Ovviamente non si chiarisce come,  quando e quanto è avvenuto il “rientro” di acqua di mare, ma se – come si evince - si fosse trattato di un incidente in fase di immersione si dovrebbe trattare di completo allagamento di locali, che ha interessato, probabilmente in forma incompleta, il locale reattore.

Se si parla apertamente di “sostituzione di tubolature” molto di più, ed il tempo dei lavori lo fa supporre, dovrebbe trattarsi anche di cablaggi ed apparecchiature elettriche che sono predominanti.

Un ulteriore colpo, dopo una serie di incidenti, alla credibilità di tutta la forza subacquea indiana (la preparazione non si improvvisa e le crescite in questo settore sono lente, non violentemente espansive) ma soprattutto un colpo a tutto il programma di SSN e SSBN indiani, che aveva già accumulato notevoli ritardi.


  • Torna su
  • Inviato 10 gennaio 2018 - 17:11

#2

Giancarlo Castiglioni
  • Giancarlo Castiglioni
  • AIDMEN Council Members
  • 82 messaggi
  • LocationMilano

Dopo gli annunci di incidenti a navi in fase di messa in servizio di USA, GB, Germania ed ora India, si potrebbe commentare che tutto il mondo è paese.

I francesi hanno già dato con la Charles De Gaulle.

Russi e Cinesi sono assenti, ma forse solo perché riescono a tener nascosto quel che succede.


  • Torna su
  • Inviato 10 gennaio 2018 - 17:47




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi