Jump to content

gttf

Members
  • Content Count

    8
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by gttf

  1. Aggiungo, per completezza, che secondo "Gli Incrociatori Italiani", US-MMI, 1976, il Piemonte fu aggregato alla Squadra anglo-francese del Levante dal 7/11/1915 al 16/04/1916 per poi rientrare a La Spezia per lavori. Rientrò nella Squadra del Levante il 15/05/1916 e vi rimase fino al 4/10/1918quando passò alle dipendenze della 2^ Divisione della Squadra da Battaglia, pur rimanendo in Egeo fino alla fine della guerra. Il Ferruccio fu alle dipendenze della Squadra del Levante per un breve periodo, dal 19 novembre al 22 dicembre 1915. Il Liguria fu nave stazionaria al Pireo dal 3/07/1918 fino
  2. Naturalmente, Dedeagatch era bulgara all'epoca dei fatti. Ora si trova in territorio greco, dal 1919. gttf
  3. Buonasera a tutti, sto svolgendo una piccola ricerca sull’attività della Regia Marina in Egeo durante la Grande Guerra. In effetti, prescindendo dai bombardamenti di obiettivi militari a Dedeagatch (Bulgaria) da parte dell’incrociatore protetto Piemonte e alla successiva partecipazione dello stesso alla cattura della batteria greca di Punta Karaburun, presso Salonicco, l’unico altro avvenimento di una certa importanza sembra essere la partecipazione dell’incrociatore protetto Libia alla dimostrazione navale ad Atene del 4/09/1916 e di suoi reparti da sbarco agli scontri, sempre ad At
  4. Grazie del benvenuto.

    Si, ci siamo già incrociati su altri forum di argomento navale.

    Avrei voluto ringraziare sul forum di "presentazione" ma non ho trovato il modo di rispondere.

    Cordiali saluti

    Fabrizio Gatti

  5. Caro Sig Mattesini, per quanto concerne i risultati dei mezzi italiani penso sia ormai consolidata l'attribuzione dell'affondamento di Shch-214 e -203 e del siluramento del Molotov (che Lei ha sviscerato nel dettaglio in un Suo saggio recente). Segnalo che secondo una fonte russa (http://wio.ru/fleet/battl-black.htm), il motoscafo silurante MTSM-216 (che secondo il classico "Attività in Mar Nero e sul Lago Ladoga" avrebbe lanciato contro il Tashkent), dovrebbe invece avere colpito il cacciatorpediniere "Svobodnyi" con un siluro che rimane inesploso. Sembrerebbe che questo sia l'unico
  6. Grazie per il commento positivo. Può naturalmente utilizzare le informazioni che ritiene interessanti, compresi gli schizzi dei mezzi da sbarco, in questo caso citando il sito web da cui sono stati tratti (presente nella didascalia delle figure). Cordialmente Fabrizio Gatti
  7. Lieto di essere stato d'aiuto. Cordiali saluti Fabrizio Gatti
  8. Buongiorno, ho appena mandato un post, ma mi sono reso conto di non essermi presentato del che mi scuso. Mi chiamo Fabrizio Gatti, sono un ingegnere aeronautico (anche se per buona parte della mia vita lavorativa mi sono occupato di ingegneria sismica e di dinamica delle strutture) e sono felicemente pensionato dal giugno 2019. Sono appassionato di storia militare e, in particolare, di storia navale ed aeronautica. AIDMEN mi sembra un punto di accumulazione di competenze di storia navale quindi una buona fonte per i miei interessi. Saluti a tutti Fabrizio Gatti
  9. Buongiorno a tutti, in effetti i CB continuarono a svolgere una certa attività a fianco dei tedeschi tra il settembre e il dicembre 1943. Ho caricato su academia.edu un breve saggio ("L'attività della 1^ Squadriglia CB in Mar Nero tra il settembre e il dicembre 1943") in proposito, basato essenzialmente su quanto emerge dall'esame della traduzione inglese dei diari dell'Ammiraglio tedesco del Mar Nero. Non sono uno storico ovviamente quindi, nel caso qualcuno lo legga, spero mi perdonerà ingenuità o imprecisioni. Cordiali saluti Fabrizio Gatti
×
×
  • Create New...