Jump to content

Danilo Pellegrini

AIDMEN Council Members
  • Content Count

    344
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    86

Danilo Pellegrini last won the day on December 1 2020

Danilo Pellegrini had the most liked content!

About Danilo Pellegrini

  • Rank
    Advanced Member
  • Birthday 06/15/1943

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Venezia
  • Interests
    Storia militare Regia Marina & K.u.K. Sommergibili Immersioni Navigazione Ricerca relitti in mare

Recent Profile Visitors

201 profile views
  1. Non escludo che il mezzo sia affondato per attacco aereo, essendo lo scafo integro. Il bossolo in alluminio è tipico delle pistole da segnalazione tedesche. Ritengo si possa trattare della cartuccia per le pistole lanciarazzi modello LP 42 (Leuchtpistole), o LP 34; plausibile la sua presenza a bordo di un mezzo presunto tedesco nella circostanza dell'affondamento, impiegata per richiesta di soccorso. Il calibro di ambedue le armi è però leggermente diverso essendo di 26.6 mm. Per conferma, o per ulteriori notizie, ho chiesto ragguagli ad un amico, guru nel settore che mi ha aiutato altre vo
  2. Gentile comandante Grazioli, una buona notizia che spero abbia seguito. Tramite un comune amico ho ottenuto un primo riscontro, che le trascrivo, dal sott'ufficiale Carlo Falcone, ancora in forza presso Compamare Venezia. ... mi fa piacere sentirla, in merito agli air.boat. Li conosco perché c’ero al loro arrivo a Venezia, nati per il soccorso aeroportuale ne arrivarono due ma poi in realtà non furono mai utilizzati, se non per qualche manifestazione. Purtroppo però, sono stati dismessi tanti anni fa e per ora non so come aiutarla, ma mi prendo qualche giorno per vedere cosa riesco a
  3. Grazie Giuseppe, bellissime e uniche le riprese del "veneziano" GLAUCO
  4. Ahimè ! Se effettivamente la macchina del rimorchiatore fosse diesel e non alternativa, bye-bye anche a T 106 / N 90.
  5. Dallo stesso testo ho scansionato questa foto. Mi pare che la forma della prua sia molto simile a quella che si vede nel tuo video.
  6. Ammesso che si tratti dello stesso mezzo, da "Navi militati perdute" , pubblicazione dell'Ufficio storico della MMI, si evince che il rimorchiatore N 90 - fra l'11 e il 16 settembre, non è noto se a Pola od a Fiume fu catturato dai tedeschi in circostanze non note. Risulta affondato a Capo Salvore per urto contro una mina nel febbraio 1944. Si tratta dell'ex rimorchiatore austroungarico T 106 costruito a Trieste dallo Stabilimento Tecnico Triestino-Cantiere San Marco. Da "Storia del Cantiere San Marco di Trieste" di Ernesto Geller e Paolo Valenti allego la scheda del mezzo.
  7. Grazie Danijel, ho anch'io questo filmato che mi era stato dato da Nino Caressa di Grado, ma senza didascalie. Finalmente sono riuscito a capire di cosa si tratta ! Grazie ancora
  8. Non ero a conoscenza dell'esistenza di questo relitto ma, se fosse saltato su una mina, escluderei che si tratti di un vapore austroungarico. Il testo di Wladimir Aichelburg "Die Handelschiffe Österreich-Ungarns prende in considerazione tutte le navi, anche le minori, impiegate durante il conflitto e il loro destino e non accenna a niente del genere in quella zona. Improbabile italiano. ma controllerò, non escluderei la bandiera greca, come il già ricordato VIRGINIA.
  9. Molto interessante Danijel, è possibile sapere dove hai attinto queste notizie circa il recupero ?
  10. Mi è stato segnalato dall'Autrice, con la quale avevo intrattenuto precedenti contatti, il suo ultimo lavoro: https://www.corrieredicomo.it/centanni-in-fondo-al-lago-storia-di-un-misterioso-relitto-nel-lago-di-como-e-del-suo-inventore/ Lo ho appena ordinato https://www.lafeltrinelli.it/libri/valeria-messina/cent-anni-fondo-lago-storia/9788833811970 e non mancherò di recensirlo quando lo riceverò.
  11. Fatto ! Articolo visibile in Fuori discussione http://www.aidmen.it/forums/topic/1595-903-una-visita-in-italia-delle-navi-dello-zar/?tab=comments#comment-10362
  12. Riporto questo articolo di Umberto Burla pubblicato dal mensile "Rivista Storica" anno 9, n°3, marzo 1996 che ritengo interessante.
  13. Era il tre ottobre 1903, la corazzata russa OSLYABYA entra in porto a Spezia. Dovrà sottoporsi in Arsenale a lavori in carena. Tratto da un interessante articolo pubblicato da Rivista Storica di maggio 1996 che, se è lecito, potrei riportare integralmente nella sezione Storia o fuori discussione (?). Le cedo la barra, Signore.
  14. Si tratta dell'olandese ISAAC SWEERS, stessa classe del GERARD CALLEMBURGH, catturato e rimesso in servizio dalla Kriegsmarine come Zerstörer ZH 1
×
×
  • Create New...