Jump to content

All Activity

This stream auto-updates

  1. Yesterday
  2. Una portaerei molto malridotta. Presumo esperimenti nucleari a Bikini.
  3. Da "Soviet Navy At War 1941-1945" di Przemyslav Budzbon, Arms and Armour Press, 1989
  4. Da "Warship" 2009, Conway, London, 2009: Dal saggio "The Soviet Light Cruisers of the KIROV Class" di Vladimir Yakubov e Richard Worth, pagg. 93-95.
  5. Last week
  6. Pirati nella Manica. https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3853.html?fbclid=IwAR26W2UzYyBZoF9bQMqehBiK1QFkFyC7lV6NNs4J0m9uuOny6L86Ky6XR8g
  7. Probabilmente già sapete che su siti border-line (per non dire fuorilegge) di Internet è possibile scaricare libri e riviste di ogni tipo, sia antichi che recentissimi. Questo vale anche per argomenti di nostro interesse, infatti, nell'ormai lontano passato ho visto, ad esempio, alcuni Jane's degli anni Venti e degli anni Trenta, i Conway, alcuni "Anatomy of the Ship". A questa situazione ai margini della legalità stanno rimediano tante istituzioni pubbliche, soprattutto anglosassoni, o private come Google che, tramite la propria appendice Google Books, è impegnata un meritoria opera di d
  8. Nel corso dell’attacco dei Mas 573 e 568, sempre ritenuti dalla navi sovietiche delle torpediniere, il contrammiraglio Basistiy, Comandante della Divisione Incrociatori del Mar Nero, a bordo del MOLOTOV, ha sostenuto, nel suo libro “Sea and Shore”( in russo Море и берег, More i bereg, 1970 Moscow) , che dopo la cessazione del tiro contro il porto di Feodosia, la formazione navale, essendo sotto il tiro delle artiglierie tedesche che probabilmente usavano il radar, e che le navi nemiche stavano pronte a colpire, diresse affrettatamente a sud, inseguito da tre torpediniere, una delle quali presa
  9. Earlier
  10. Riporto due capitoli del mio saggio, postato nella mia pagina di academia edu, che sono stati aggiornati sulla base di altre notizie, discusse con lo storico russo Miroslav Morozov: L’avvistamento del Mas 568 e il discutibile attacco di aerosiluranti tedeschi. Alle 01.05 del 3 agosto, a 20° di prora a sinistra dell’incrociatore Molotov, fu avvistata un’unità sottile che stava manovrando per l’attacco e, per evitare di essere colpito da siluri il Molotov manovrò sulla dritta aprendo il fuoco con le mitragliere, mentre il cacciatorpediniere Kharkov iniziò a sparare sullo
  11. Fatto ! Articolo visibile in Fuori discussione http://www.aidmen.it/forums/topic/1595-903-una-visita-in-italia-delle-navi-dello-zar/?tab=comments#comment-10362
  12. Riporto questo articolo di Umberto Burla pubblicato dal mensile "Rivista Storica" anno 9, n°3, marzo 1996 che ritengo interessante.
  13. Era il tre ottobre 1903, la corazzata russa OSLYABYA entra in porto a Spezia. Dovrà sottoporsi in Arsenale a lavori in carena. Tratto da un interessante articolo pubblicato da Rivista Storica di maggio 1996 che, se è lecito, potrei riportare integralmente nella sezione Storia o fuori discussione (?). Le cedo la barra, Signore.
  14. Bravo, Pellegrini. ISAAC SWEERS, varato il 16 marzo 1940 da De Schelde a Vlissingen (Flushing, Flessinga), rimorchiato in Inghilterra la sera stessa dell'attacco tedesco il 10 maggio 1940 e completato con armamenti (6 x 102 mm AA) e direzione di tiro britannici da John I. Thornycroft nel maggio 1941. Il gemello GERARD CALLENBURGH, varato il 9 maggio 1940, il giorno prima dell'attacco tedesco, dal Rotterdamse Droogdok Mij. a Rotterdam e autoaffondato il 15 maggio dagli olandesi, recuperato dai tedeschi il 14 luglio 1940 e rimorchiato l'11 ottobre ad Amburgo per esservi completato da Blo
  15. Si tratta dell'olandese ISAAC SWEERS, stessa classe del GERARD CALLEMBURGH, catturato e rimesso in servizio dalla Kriegsmarine come Zerstörer ZH 1
  16. intendevo un classe "Z" dell'imbianchino austriaco e/o caporale di boemia
  17. Dear Francesco, Many thanks! You are a fountain of knowledge! All the best, Platon
  18. BAIAMONTI was built as SARAJEVO, a passenger steamer launched on 6.11.1937 and completed in 4.1938 by the Jadranska Brodogradilista A.D. in Split, yard no. 26, for the Jadranska Plovidba dd of Split (Spalato), 479 grt and 272 nrt, 49.7 x 7.7 m, triple expansion engine, 1.230 ihp, 15 kts. She fell into Italian hands at Split in April 1941 and was managed by the Ferrovie dello Stato; sunk in Messina by air raid on 15. 8 1943. Raised in 1945 and returned to Yugoslavia as SINJ for the Jadranska Linijska Plovidba at Split, in 1966 ANTIKA for the Atlas Turisticko Poduzece, Split. Broken up 15
  19. I would like to know any info on this ship which was apparently a Yugoslav prize. The book "Navi Mercantili Perdute" does not seem to shed light on its exact origin. Many thanks, Platon
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...