Vai al contenuto

AIDMEN utilizza dei cookie per le proprie funzionalità e migliorare l'esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni leggi l'Informativa ex 13 D.Lgs. n. 196/2003 .    Cliccando il tasto a destra acconsenti all’uso dei cookie    Accetto l'utilizzo dei cookie

Cerca Contenuti



Aggiornamenti di Stato Recenti

Vedi Tutti gli Aggiornamenti

* * * * *

La Regia Marina e le sue 22 baleniere norvegesi


di Francesco De Domenico e Giorgio Spazzapan

 

pubblicato su Bollettino AIDMEN numero 28 - Anno 2014

 

Uno dei fatti ben poco noti e studiati della Grande Guerra è quello che vede l’acquisto da parte della Regia Marina, in varie parti del mondo, dal Cile a Terranova alla madrepatria scandinava, di ben 22 baleniere di costruzione norvegese, di cui alcune anche molto anziane, da utilizzare quali navi pattuglia, navi vedetta, dragamine, rimorchiatori.

La marina in quel periodo (1915-16), nella quasi assoluta assenza di naviglio mercantile nazionale adatto alla bisogna, si rivolse da un capo all’altro del mondo per acquistare battelli di seconda mano, alla ricerca di un po’ di tutto quel che poteva servire: prima 46 tra pescherecci d’altura (trawlers) spagnoli, svedesi, francesi, rimorchiatori olandesi, e baleniere norvegesi. Poi altri 47 trawlers giapponesi, per un totale di 93 vedette/dragamine.

 

Allega File  AIDMEN 28 Libro 2014_51_57.pdf   219,86K   257 Numero di downloads
Allega File  AIDMEN 28 Libro 2014_58_65.pdf   364,22K   91 Numero di downloads
Allega File  AIDMEN 28 Libro 2014_66_72.pdf   441,94K   57 Numero di downloads
Allega File  AIDMEN 28 Libro 2014_73-80.pdf   428,5K   54 Numero di downloads
Allega File  AIDMEN 28 Libro 2014_81-92.pdf   700,29K   51 Numero di downloads
Allega File  AIDMEN 29_2015 (267_270).pdf   242,13K   57 Numero di downloads


  • Francesco De Domenico e Danilo Pellegrini piace questo


0 Commenti